Platini: Lascio presidenza Uefa ma continuerò mia battaglia
"Prendo atto della decisione odierna del Tas, ma la vedo come una profonda ingiustizia"

"Prendo atto della decisione odierna del Tas, ma la vedo come una profonda ingiustizia". E' il commento di Michel Platini in merito alla sentenza del Tribunale arbitrale dello sport che ha accolto solo parzialmente il ricorso del francese, riducendo la sua squalifica da sei a quattro anni. "Questa decisione mi impone una sospensione, la cui durata mi impedirà, che coincidenza, di potermi presentare alle prossime elezioni del Presidente della Fifa", osserva Platini che non intende alzare bandiera bianca. "Come concordato con le federazioni nazionali, ho lasciato il mio lavoro di presidente della Uefa e continuerò la mia battaglia davanti ai giudici svizzeri per dimostrare la mia onestà in questa vicenda. La vita mi ha sempre riservato grandi sorprese: sono pronto a viverne altre", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata