Pioli: In viola per smentire chi dice che non vinco
Prima conferenza stampa con la Fiorentina per il neotecnico

"Qualcuno ha scritto che sono un allenatore girovago che non ha mai vinto. Mi piacerebbe smentirli e vincere proprio qui, con la Fiorentina". Così Il nuovo allenatore della Fiorentina, Stefano Pioli, oggi nella sua prima conferenza stampa a Firenze. "Spero che la mia faccia riesca a esprimere la felicità che ho dentro", ha esordito un raggiante Pioli. L'approdo sulla panchina viola "è una situazione che ho sempre sperato che accadesse: si chiude un cerchio perché la mia parentesi da calciatore qui è stata la più importante", ha confessato il neo tecnico viola, che dal '89 al '95 indossò la casacca della Fiorentina diventando anche capitano. Sulla fine dell'avventura sulla panchina dell'Inter, Pioli non si è dilungato. "Non ho nessun rimpianto - ha detto - e ho dato il massimo: per quattro mesi tutto bene e poi due mesi negativi.  È un'esperienza che mi ha lasciato convinzioni e motivazioni forti".

Obiettivo di Pioli sarà in primo luogo riportare l'entusiasmo.  È questo che gli ha chiesto la proprietà. Il tecnico viola punta sul lavoro e sulle motivazioni. "Il nostro budget - ha sottolineato - non è come quello di altre squadre che possono spendere molto di più. Servirà lavoro di qualità e dovremo sempre dare di più delle nostre possibilità". Pioli inizierà subito a parlare con i giocatori della rosa. Vuole ragazzi orgogliosi di indossare la maglia "e che la onorino", e pretende che le cose siano chiare per tutti entro la partenza per il ritiro. Il messaggio è per quei giocatori, in primis Bernardeschi, ancora incerti sulle scelte future. La Fiorentina di Pioli sarà più giovane e possibilmente "con più giocatori italiani". Il sistema di gioco il 4-2-3-1. Un modulo, però, "aperto a altre soluzioni ", ha specificato Pioli, che sui singoli non si esprime prima di averli conosciuti in campo. L'avventura è iniziata. Il primo traguardo sarà riportare entusiasmo a Firenze e la gente viola, proprietà con presa, allo stadio.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata