Panchina e partite giocate a metà: al Real Madrid c'è un "caso Bale"
Le indiscrezioni della stampa spagnola parlano di un "momento critico"

C'è un 'caso Gareth Bale' al Real Madrid. È quanto sostiene il quotidiano sportivo spagnolo 'As', sottolineando come il tecnico dei Blancos Zinedine Zidane stia concedendo al gallese sempre meno spazio.

L'ex Tottenham è finito in panchina contro Real Sociedad e Psg ed anche ieri, contro il Leganes, nonostante l'assenza di Cristiano Ronaldo lasciato a riposo, è entrato a partita in corso perché gli è stato inizialmente preferito Lucas Vazquez. Tre panchine nelle ultime quattro partite. "Sono contento di Gareth, vogliamo che a poco a poco torni al suo livello", ha chiarito il tecnico a fine partita.

I fatti dicono che, per ragioni fisiche o tecniche, il britannico non ha ancora giocato una gara dall'inizio da quanto ha recuperato dall'ultimo infortunio. E nel giocatore, ovviamente, il disagio cresce. E sempre 'As' ricorda come in Champions, contro il Psg, i suoi gesti di delusione fossero evidenti tanto che è ritornato negli spogliatoi a testa bassa, senza salutare i tifosi insieme ai compagni.

"Vive il suo momento più critico da quando è al Real", scrive il quotidiano che illustra le impietose cifre: in questa stagione, frenato anche dagli infortuni, il gallese, arrivato al Real nel 2013 per 101 milioni di euro, ha giocato soltanto il 35,5% dei minuti a disposizione (1.342 su 3.780), realizzando comunque 9 gol e 6 assist. Per questioni tecniche, fisiche o tattiche, secondo 'As', Bale non ha ricevuto da Zidane la fiducia delle scorse stagioni. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata