Pallotta: Nessuna trattativa per cedere la Roma ai cinesi
Il presidente giallorosso smentisce la vendita di quote a Cina Evergrande o a terzi

Il presidente della Roma James Pallotta ha smentito le voci di una trattativa con il colosso cinese, Cina Evergrande, per la vendita di una parte delle quote azionarie del club giallorosso. "Non ho mai, mai, mai parlato con Evergrande o chiunque altro in Cina", ha detto James Pallotta, azionista di maggiornaza della Roma dal 2012, contattato dall'agenzia Reuters. "Non siamo in trattative con nessuno", ha aggiunto il magnate americano. In precedenza una fonte anonima aveva riferito che il gruppo Cina Evergrande sarebbe in trattativa per acquistare inizialmente il 30% delle quote della Roma, con la possibilità in futuro di acquisire il controllo della maggioranza. Sempre secondo la fonte citata da Reuters, la valutazione per il club è stata "molto fluida". Già nelle scorse settimane su diversi media erano rinbalzate voci di una possibile intenzione di Pallotta di cedere una parte delle quote del club. Pallotta detiene il 78% dell'AS Roma attraverso la Neep Roma Holding Spa. "Queste speculazioni sono ridicole", ha ribadito Pallotta sulle voci di contatti con il gruppo Cina Evergrande. Un portavoce del colosso cinese ha a sua volta negato di essere a conoscenza di una trattativa per acquistare la Roma.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata