Neymar attacca gli avversari: "Loro mi fanno male e io provoco col pallone"
Il brasiliano si sfoga: "Non serve a niente darmi dei calci, perché reagirò ancor di più. E farò in modo che la mia squadra vinca"

"Mi provocano mentre gioco e io ricambio. A modo mio". Neymar, protagonista nella gara di Coppa di Lega vinta dal Psg in casa del Rennes per 3-2, si è sfogato 'a caldo' ai microfoni dell'emittente brasiliana Esporte Interativo. La prima stoccata è proprio per gli avversari, rei di essere troppo duri sul terreno di gioco. "Ma so anche come provocare a modo mio, con il pallone, difendendomi", ha spiegato l'attaccante verdeoro. "So che la gente discuterà perché provoco molto ma devono mettersi nei miei panni, ma non serve a niente darmi dei calci, perché così reagirò provocando ancor di più. E farò in modo che la mia squadra vinca".

Il numero 10 dei transalpini è stato anche accusato dal Rennes, su Twitter, di mancanza di eleganza per un episodio verificatosi a fine partita: una mano tesa a un giocatore avversario a terra, ma ritirata all'ultimo con sorriso beffardo. O' Ney ha replicato: "Il calcio è un po' noioso in questo momento, perché non si può far nulla, tutto è polemica. Per esempio, se magari faccio uno scherzo a un avversario come di solito faccio con i miei amici si creerà una polemica", il commento di Neymar. "Perché non posso farlo con i miei avversari? E' uno scherzo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata