Gianluca Caprari
Nazionale, la prima volta di Caprari. Tornano Giovinco, Florenzi, Verratti e Cutrone

Le convocazioni di Mancini per le partite con l'Ucraina (amichevole, mercoledì 10 a Genova) e Polonia (Nations League) a Chorzow il 14. Non c'è Belotti

Fuori Mario Balotelli e Andrea Belotti, dentro Gianluca Caprari e Sebastian Giovinco con Patrick Cutrone. Sono queste le principali novità nella lista dei 28 convocati di Roberto Mancini per il doppio impegno della Nazionale a ottobre: gli Azzurri tornano in campo il 10 per un'amichevole contro l'Ucraina a Genova (Stadio 'Ferraris', ore 20.45) e il 14 per la prima giornata di ritorno della UEFA Nations League contro la Polonia a Chorzow (Stadio "Slaski", ore 20.45), con un'appendice importante il giorno seguente al Quirinale, dove il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella riceverà le Nazionali maschile e femminile nell'ambito delle celebrazioni per i 120 anni della FIGC.

Il gruppo dei convocati, ufficializzato oggi dal Ct, si compone di 28 calciatori tra i quali 4 portieri: prima chiamata per Gianluca Caprari, rientrano in Azzurro Alessandro Florenzi e Danilo D'Ambrosio assenti a settembre, Marco Verratti e Patrick Cutrone che avevano fatto l'ultima apparizione in Nazionale a marzo nei due test in Inghilterra, Francesco Acerbi, dopo oltre due anni (ultima convocazione a marzo 2016) e Sebastian Giovinco dopo tre anni, dall'ottobre 2015 contro la Norvegia a Roma. Ma a fare rumore sono le due esclusioni 'eccellenti' di Balotelli e Belotti. Se quella dell'attaccante del Nizza era nell'aria, visto l'infortunio che lo ha tenuto fuori nelle scorse settimane, del tutto inattesa quella del Gallo. Il bomber del Torino, punto fermo della Nazionale da due anni a questa parte, paga un inizio di stagione poco brillante e che lo vede ancora lontano dagli standard a cui aveva abituati.

Intanto oggi il ct Mancini è stato a Genova per presentare l'amichevole di Marassi contro l'Ucraina e tutte le iniziative collaterali per stare vicini alla popolazione colpita dal tragico crollo del Ponte Morandi. "Giocare a Genova mercoledì prossimo è una cosa molto importante e spero possa essere di aiuto alla città. Mi riempie di gioia poter fare qualcosa per Genova", ha detto il ct. "I genovesi sono forti suprattutto nei momenti difficili, è una situazione incredibile e la nostra speranza è che la Nazionale possa portare un po' di gioia", ha aggiunto. Mancini ha poi annunciato che la Federazione si farà carico di pagare le spese scolastiche per i nove ragazzi rimasti privi dei genitori dopo la tragedia. "Un gesto bellissimo di cui siamo contenti e orgogliosi", ha commentato il sindaco di Genova Marco Bucci. La Nazionale, poi, visiterà il luogo della tragedia e nel corso della partita (Azzurri in campo con una maglia celebrativa) il ct ha annunciato che "al 43' del primo tempo la partita si fermerà per 30" in memoria delle vittime" perchè "fermarsi anche per poco tempo credo possa essere una grande testimonianza".

Gli Azzurri si raduneranno al Centro Tecnico Federale di Coverciano nella serata di domenica 7 ottobre. Il giorno seguente sosterranno la prima seduta di allenamento nel pomeriggio per poi partire alla volta di Genova martedì, alla vigilia dell'amichevole con l'Ucraina. La Nazionale farà quindi ritorno a Coverciano a fine gara e sabato 13 ottobre raggiungerà Chorzow, sede del terzo incontro della UEFA Nations League contro i padroni di casa della Polonia. Una partita già decisiva per le sorti della Nazionale, che deve evitare a tutti i costi una clamorosa retrocessione nella neonata competizione della UEFA.

L'elenco dei convocati. Portieri: Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Milan), Mattia Perin (Juventus), Salvatore Sirigu (Torino);
Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Domenico Criscito (Genoa), Danilo D'Ambrosio (Inter), Emerson Palmieri Dos Santos (Chelsea), Alessandro Florenzi (Roma), Alessio Romagnoli (Milan);
Centrocampisti: Nicolò Barella (Cagliari), Federico Bernardeschi (Juventus), Giacomo Bonaventura (Milan), Roberto Gagliardini (Inter), Frello Filho Jorge Luiz Jorginho (Chelsea), Lorenzo Pellegrini (Roma), Marco Verratti (Paris Saint Germain);
Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Gianluca Caprari (Sampdoria), Federico Chiesa (Fiorentina), Patrick Cutrone (Milan), Sebastian Giovinco (Toronto FC), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Simone Zaza (Torino).

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata