Nazionale donne Usa fa causa a Federazione: Pagate meno di uomini
Causa alla United States Soccer Federation per discriminazione salariale

Cinque giocatrici della nazionale femminile di calcio degli Stati Uniti campione del Mondo ha fatto causa alla United States Soccer Federation con l'accusa di discriminazione salariale. Lo ha annunciato l'avvocato delle giocatrici, Jeffrey Kessler, all'agenzia Reuters. In sostanze le atlete, tra cui le stelle Carli Lloyd e Hope Solo, accusano la Federazione di pagarle meno rispetto ai colleghi uomini nonostante siano loro a favorire lo sviluppo del calcio negli Stati Uniti. Nella denuncia, le giocatrici chiedono un'indagine della Federazione sostenendo di guadagnare appena il 40% di quello che percepiscono i giocatori nella squadra maschile. Oltre ad aver vinto la Coppa del Mondo 2015 in Canada, la nazionale americana ha vinto anche la medaglia d'oro alle Olimpiadi 2012. Per il momento la Federazione americana non ha voluto rilasciare commenti. Le altre giocatrici firmatarie della denuncia sono il difensore Becky Sauerbrunn, l'attaccante Alex Morgan e la centrocampista Megan Rapinoe. La denuncia è stata depositata presso la Equal Employment Opportunity Commission.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata