Nations League: pagelle Italia-Portogallo 0-0, Immobile flop

Insigne invece migliora: decisamente più brillante rispetto alle ultime uscite in maglia azzurra

Le pagelle di Italia-Portogallo 0-0, gara valida per la 5/a giornata di UEFA Nations League.

ITALIA (4-3-3)
Donnarumma 6.5: primo tempo da spettatore non pagante, decisivo nella ripresa con una grande parata su Carvalho.
Florenzi 6.5: pericoloso in avvio, poi è più attento alla fase difensiva che in quella di spinta. Decisivo un suo salvataggio in area. Non fa mai mancare il suo apporto anche sotto l'aspetto della personalità.
Bonucci 6.5: parte contratto forse per i fischi dei suoi ex tifosi milanisti, dopo un paio di errori sale di tono e nel finale di primo tempo sfiora anche il gol.
Chiellini 6.5: alla 100esima presenza il capitano azzurro timbra il cartellino con la solita prestazione tutta sostanza e senza sbavature. Di fatto annulla Andre Silva.
Biraghi 6: votato più alla fase offensiva, costringe Cancelo a non attaccare mai ed è già un buon risultato. Cala alla distanza.
Verratti 6.5: si muove in punta di piedi, duetta con Jorginho e con Insigne. Difficile togliergli il pallone dai piedi. Cala nel secondo tempo (81' Pellegrini 6: entra bene in partita, pericoloso nel recupero).
Jorginho 6.5: regia attenta e precisa. L'italo brasiliano si conferma metronomo di altissimo livello e l'uomo che detta i tempi della manovra.
Barella 6: meno brillante che in Polonia, corre tantissimo e conferma la personalità mostrata nelle prime uscite. Certamente il futuro è dalla sua parte.
Chiesa 6: fatica a sfondare di fronte alla marcatura attenta di Mario Rui, va via una sola volta e il terzino lusitano lo stende beccandosi il giallo. Ci mette impegno, ma nel secondo tempo anche lui finisce la benzina (87' Berardi s.v.)
Immobile 5.5: fallisce due occasioni abbastanza facili per uno come lui, si muove molto ma è poco lucido in area di rigore. (74' Lasagna s.v.).
Insigne 6.5: agisce più da trequartista, prova spesso ad innescare Immobile ma senza riuscirci. Più volte pericoloso dalla distanza. Decisamente più brillante rispetto alle ultime uscite in maglia azzurra.
All. Mancini 6.5: la sua Italia continua a crescere sotto l'aspetto del gioco, manca purtroppo di concretezza in fase di conclusione. Un problema, quello dell'attacco, non da poco, ma su cui il ct intende lavorare per risolverlo.

PORTOGALLO (4-4-2)
Rui Patrício 6.5
Cancelo 6
Rúben Dias 6, José Fonte 6.5
Mario Rui 6.5;
Rúben Neves 6
William Carvalho 7
Pizzi 5.5 (68' Joao Mario 6)
Bernardo Silva 5.5
Bruma 6 (85' Raphael Guerreiro s.v.)
André Silva 5.5 (90' Danilo s.v.)
All. Fernando Santos 6.5.

ARBITRO: Makkelie (Ola) 6.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata