Nations League: la Nazionale in Olanda per vincere
Nations League: la Nazionale in Olanda per vincere

Il ct Roberto Mancini rimescola le carte. Gran ritorno di Chiellini al fianco di Bonucci

Sarà un'Italia profondamente rinnovata quella che scenderà in campo lunedì sera ad Amsterdam per la seconda partita di Nations League contro la temibile Olanda. Il ct Roberto Mancini ha confermato le intenzioni del post Bosnia, ribadendo la necessità di cambiare vista la condizione non ancora al top di molti dei suoi ragazzi. D'altronde per ritrovare quella fluidità di manovra, quella rapidità di gioco e di pensiero che erano state le caratteristiche degli Azzurri nella scorsa stagione è fondamentale avere una forma fisica ottimale. E' per questo che contro De Roon e compagni, Mancini proverà a rimescolare le carte a partire dal ritorno di capitan Chiellini al centro della difesa al fianco di Bonucci. A destra ballottaggio fra Di Lorenzo e D'Ambrosio, con Spinazzola a sinistra. A centrocampo torna Jorginho nel ruolo di play con Barella come mezzala. L'altra maglia se la giocano Zaniolo o Locatelli. In attacco il ct lancerà dall'inizio il capocannoniere Immobile, con Insigne a sinistra e Kean possibile sorpresa a destra.

"E' una situazione in anomala, in cui ci sono giocatori con pochi allenamenti e senza partite. Anche nel rispetto dei ragazzi cambieremo molto, non vogliamo che ci siano infortuni", ha spiegato Mancini nel corso della conferenza stampa della vigilia. "Ho visto Zaniolo e Kean cresciuti rispetto al passato, ma sono giovani e hanno ancora bisogno di migliorare. Sono sulla buona strada e questo mi rende felice", ha aggiunto il ct azzurro. Parlando degli avversari, il Mancio ha detto: "Non ho visto un'0landa diversa rispetto a quella di Koeman, la filosofia è quella. Sono una squadra offensiva ed è una cosa positiva, quindi penso che sarà una bella partita". "E' fondamentale fare una buona prestazione, ma dobbiamo anche fare risultato e vincere", ha aggiunto il ct azzurro. "Spero che la squadra sia propositiva come contro la Bosnia. Dispiace che questa partita non si giochi a ottobre con il pubblico, sarebbe stata migliore e ancora più bella", ha concluso Mancini.

Sulla stessa lunghezza d'onda è Leonardo Bonucci: "Siamo stati dieci mesi lontani, ci siamo sentiti spesso e un paio di volte insieme anche con il ct per far capire che il gruppo è forte. C'è stata un po' di emozione nella prima partita, era normale, ma domani sera ci aspetta un'altra grande gara". "La Nations League è una competizione importante, in cui affrontiamo grandi squadre come l'Olanda. Il pareggio con la Bosnia complica la strada, ma il percorso è lungo, c'è da recuperare due punti e speriamo di farlo da domani", ha dichiarato ancora Bonucci. "Domani si affrontano due grandi nazionali. Siamo fortunati, perchè vedremo due dei migliori difensori al mondo: Van Dijk e Chiellini. Il primo ha dimostrato di meritare il Pallone d'Oro, mentre Giorgio è fra i più forti da 10-15 anni", ha concluso Bonucci.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata