Morto Sauro Tomà, ultimo sopravvissuto del Grande Torino
Il difensore classe 1925 non prese parte alla tragica trasferta di Lisbona perché si era infortunato al ginocchio

Lutto nel mondo del calcio. E' morto all'età all'età di 92 anni Sauro Tomà, l'ultimo sopravvissuto della squadra del Grande Torino. "Hai raggiunto i tuoi compagni in cielo - si legge sul profilo Twitter del club granata - Ciao Sauro, ultimo degli Invincibili". Difensore classe 1925, Tomà non prese parte alla tragica trasferta di Lisbona perché era in fase di recupero a causa di un infortunio al ginocchio. Per la società torinese si tratta del secondo lutto a poco più di una settimana dalla scomparsa di Emiliano Mondonico.

In tre stagioni con la maglia granata, dal 1947 al 1950, Tomà ha collezionato 40 presenze vincendo due scudetti, nel 1948 e 1949. "Il Presidente Urbano Cairo e tutto il Torino Football Club - dirigenti, dipendenti, allenatori, calciatori, Settore giovanile - costernati per la triste notizia, partecipano sentitamente al dolore della famiglia per la scomparsa di Sauro Tomà, l'ultimo degli Invincibili, straordinaria memoria storica del Grande Torino e magnifico testimone di un'epopea leggendaria", il cordoglio espresso dal club piemontese. "Lo sport perde un protagonista assoluto di un'epica epoca, il Toro piange un autentico gentiluomo e lo storico punto di riferimento per tutti coloro che amano la storia e la maglia granata - si legge ancora in una nota - Alla sua famiglia, ai suoi cari, ai tantissimi amici l'affettuoso abbraccio di tutto il Torino Football Club".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata