Morte tifoso viola a Lisbona: fermato un ultrà del Benfica
Secondo il Correjo da Manha, l'uomo sarebbe indagato per omicidio

E' stato sottoposto a fermo l'uomo che nella notte tra venerdì e sabato scorsi, durante i tafferugli tra tifosi di Sporting Lisbona e Benfica, avrebbe investito con la sua auto, vicino allo stadio Da Luz di Lisbona, il tifoso della Fiorentina Marco Ficini, morto successivamente per le ferite riportate. Lo riferisce la stampa portoghese, spiegando che l'uomo fermato, Luis Miguel Pina, 36 anni, sarà interrogato a breve dai magistrati che indagano sulla vicenda. Luis Miguel Pina, secondo il Correjo da Manha, apparterrebbe al club degli ultrà No name boys del Benfica e i magistrati lo indagherebbero per l'ipotesi di reato di omicidio.

All'identificazione del presunto responsabile della morte di Marco Ficini gli investigatori sono arrivati grazie alle immagini delle telecamere di sicurezza del Estadio Da Luz. L'auto di Pina, ritrovata mercoledì nel quartiere di Amadora, è stata sequestrata per essere sottoposta a perizia nei locali della polizia giudiziaria di Lisbona. Intanto, i familiari di Marco Ficini hanno fatto sapere che i funerali si terranno nel pomeriggio del prossimo 4 maggio nella chiesa di San Lorenzo a Orentano (Pisa), dove la famiglia risiede.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata