Montella: Una sconfitta immeritata, Roma anche fortunato
Il tecnico del Milan: "Abbiamo giocato con gran maturità"

 "Se vogliamo sintetizzare la partita pensiamo all'episodio del rigore e al loro gol. Ma nel complesso penso che il Milan abbia fatto una grande partita, abbiamo giocato con grande maturità, dopo i primi 20 minuti bloccati siamo venuti fuori, abbiamo limitato la Roma in tutte le sue individualità e mi dispiace per i ragazzi che erano molto amareggiati". Così su Premium Sport l'allenatore del Milan Vincenzo Montella dopo la sconfitta contro la Roma. "Non meritavamo la sconfitta, siamo sulla strada giusta, possiamo essere competitivi, i ragazzi sono convinti di quello che stanno facendo e guarderemo la prossima gara con determinazione perché con una vittoria metteremmo mezzo piede in Europa League che a questo punto della stagione sarebbe importantissimo. La Roma - ha aggiunto - è una squadra molto difficile da affrontare a anche fortunata stasera, visto che spesso mi dicono che il Milan è fortunato. In questa stagione non ho ancora visto una squadra che ci abbia dominato per tutta ala gara, siamo un gruppo molto giovane, il cammino è lungo ma siamo a buon punto".

 Sull'obiettivo stagionale del Milan, Montella ha dichiarato: "Il nostro obiettivo primario è di entrare in Europa League, il Milan è qualche anno che non è in Europa e quindi dobbiamo vincere la prossima partita per consolidare una classifica importante". Sulcambio Lapadula-Luiz Adriano. "Ho chiesto tantissimo a Lapadula e a Bertolacci, hanno speso tanto, erano stanchissimi ed erano sostituzioni che avevo già preventivato. Ho voluto dosare le forze - ha detto - hanno fatto una grande gara ma li stavo vedendo in calo". Sull'errore di Niang dal dischetto. "Prima della partita avevo ribadito alla squadra che il rigorista sarebbe stato ancora lui perché per me è il calciatore che li calcia meglio. Forse devo rivedere le mie conoscenze. Il secondo rigorista era Lapadula - ha spiegato Montella - dispiace per Niang ma i rigori li sbaglia solo chi li tira. Il prossimo lo tirerà ancora lui? Vediamo, c'è ancora tempo". Senza Kucka è sembrato mancare un po' di fisicità in mezzo. "Sulla carta sì ma stasera non mi è sembrato. Pasalic e Locatelli hanno fatto bene. Kucka ha caratteristiche uniche per il nostro centrocampo ma stanno crescendo anche gli altri", ha dichiarato. "Che risultato vorrei per Juve-Roma? Mi interessa poco, mi interessa molto di più quello che faremo noi con l'Atalanta. Spalletti ha detto che allenerò la Roma? Io ho già allenato la Roma, forse non si ricordava. Quando ho smesso di giocare a calcio c'era Spalletti allenatore, al primo allenamento è venuto a farmi visita", ha concluso Montella.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata