Mondiali 2018: pazzo Belgio, rimonta da 0-2 a 3-2. Giappone ko nel recupero
Gli asiatici escono ancora una volta di scena agli ottavi. Anche se questa volta l'eliminazione brucia e non poco

Da 0-2 a 3-2. Il Belgio ribalta il Giappone nel recupero al termine di una partita pazza e vola ai quarti del Mondiale dove ad attenderlo c'è il Brasile in una sfida che si preannuncia affascinante.

Hazard e compagni hanno sofferto in avvio la maggiore freschezza sia fisica che mentale dei nipponici, capaci di sbloccare il risultato con merito in avvio di ripresa grazie alle reti di Haraguhi e Inui. Nel momento più difficile, a un passo dall'eliminazione, Martinez ha però trovato la chiave del successo attingendo dalla panchina. Con Fellaini, che di testa ha firmato il 2-2 a un quarto d'ora dalla fine dopo il 2-1 della speranza siglato da Vertonghen, e con Chadli, autore del gol vittoria al 94' a coronamento di una spettacolare azione di contropiede che ha piegato le resistenze del Giappone.

Dopo il turnover contro l'Inghilterra Martinez rispolvera i titolarissimi puntando sul tridente offensivo Mertens-Lukaku-Hazard. Al centro della difesa si rivede Kompany, in una retroguardia a tre completata da Vertonghen e Alderweireld. Dalla parte opposta Nishino senza paura: confermato il 4-2-3-1 con Haraguchi-Kagawa-Inui dietro l'unica punta Osako.

LA DIRETTA

Gli asiatici partono forte e spaventano il Belgio già dopo pochi secondi con una rasoiata di Kagawa che termina di poco a lato. I Diavoli Rossi soffrono l'esuberanza e la corsa di Hasebe e compagni, ma con il passare dei minuti si scrollano di dosso la tensione ed escono fuori. Al 25' la pennellata dalla destra di Mertens per Lukaku è perfetta, ma l'attaccante del Manchester United litiga con il pallone e spreca una ghiotta opportunità. Due minuti più tardi l'attaccante del Napoli si mette in proprio ma Kawashima è attento e respinge di pugno.

Al 31' altra occasione del Belgio che comincia a carburare anche sulle palle inattive. Hazard su punizione disegna una bella traiettoria per Kompany che sul secondo palo sfiora il pallone ma non riesce a indirizzarlo verso la porta. Il Giappone risponde colpo su colpo senza timore reverenziale e in chiusura di frazione Courtois fa venire i brividi a un paese intero bloccando in due tempi, con qualche difficoltà di troppo, il tiro cross di Nagatomo deviato da Osaka.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata