Molestie sessuali, la campionessa americana Hope Solo accusa Blatter
Lo scandalo travolge anche il mondo del calcio. L'ex portiere della nazionale Usa: "Mi ha messo una mano sui glutei durante la cerimonia del Pallone d'Oro del 2013"

Lo scandalo delle molestie sessuali travolge anche il mondo del calcio. A finire nel mirino questa volta è l'ex numero uno della federazione mondiale Sepp Blatter, accusato da una delle icone del soccer femminile, l'ex portiere della nazionale Usa Hope Amelia Solo, 36 anni, medaglia d'oro ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 e Londra 2012 e campione del mondo 2011.

"Blatter mi ha messo una mano sui glutei durante la cerimonia del Pallone d'Oro del 2013, poco prima di salire sul palco", ha dichiarato la calciatrice in una intervista al quotidiano portoghese Expresso. Iil portavoce dell'ex presidente della Fifa, contattato dal quotidiano The Guardian, ha definito "le accuse ridicole".

Così dopo il caso del produttore americano Weinstein, dell'attore Kevin Spacey e Dustin Hoffman, ora ad essere accusato di molestie è l'ex presidente Fifa Blatter, che ha ricoperto questo ruolo per cinque mandati, dal 1998 al 2016. Fu travolto, a fine carriera, da un altro scandalo: quello sulla corruzione nel 2015 e che lo ha portato ad una squalifica di otto anni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata