Mertens e Hamsik, il Napoli fatica ma passa a Benevento
Gran gol del belga. La squadra di Sarri tiene il passo della Juve in una partita non facile. Bene i campani

Una perla di Mertens e un tap-in di Hamsik. Basta un gol per tempo al Napoli per battere un buon Benevento e far suo il derby campano, un 2-0 che riporta la squadra di Sarri in vetta alla classifica a quota 60 punti, a +1 sulla Juventus vittoriosa per 7-0 nel pomeriggio contro il Sassuolo.

INSIGNE, CHE GIOCATA - Gli azzurri provano subito a gestire il possesso palla cercando poi il varco giusto per servire le punte, ma trovano un Benevento ben messo in campo e tutt'altro che rinunciatario, che infatti sfiora per ben tre volte il vantaggio prima con Brignola poi con Guilherme e infine con D'Alessandro, senza però trovare il varco giusto per la rete. Poi improvvisamente il Napoli si sveglia, alza il proprio baricentro di gioco e va a sua volta vicinissimo al gol prima con uno scavetto delizioso di Insigne che si stampa sulla traversa, e poi con una brutta girata di Hamsik dall'interno dell'area piccola che termina alta sopra la traversa.

SEMPRE DRIES - L'assedio azzurro alla fine viene premiato al minuto 20', quando il solito Dries Mertens entra in area di rigore, supera un avversario e fa partire un pallonetto chirurgico che sorprende Puggioni e regala l'1-0 al Napoli col suo 14 gol in campionato; la squadra di Sarri non si ferma e continua a macinare gioco con grande tranquillità, andando vicina al raddoppio ancora con Mertens (gran parata di Puggioni) e poi Koulibaly, la cui girata su calcio d'angolo finisce alta sopra la traversa. Sul finale di primo tempo è però il Benevento ad avere la grande occasione per pareggiare, ma Djuricic non sfrutta bene il contropiede calciando a lato alla destra di Reina e risultato che resta così di 1-0 fino al fischio di Di Bello.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata