Maxi Lopez: "Su Messi premono 40 milioni di argentini"
L'attaccante dell'Udinese, ieri sera a "Balalaika", ha risposto sul tema delle difficolta della "Pulce" in nazionale. "Col Barca è diverso. Nell'Alobiceleste deve fare tutto da solo"

"Messi soffre troppo il paragone con Cristiano Ronaldo? Negli ultimi 10 anni sono stati loro a dettare legge nel calcio mondiale. Penso che adesso però senta di più la pressione dei 40 milioni di argentini che si aspettano molto da lui. C'è troppa pressione su Messi". E' l'opinione di Maxi Lopez, nell'ultima stagione all'Udinese, dopo la sconfitta dell'Argentina contro la Croazia al Mondiale. "In questa Nazionale non c'era posto per Icardi? Ha fatto un buon campionato ma anche Dybala e Higuain non sono partiti titolari in queste due partite", ha spiegato l'ex Sampdoria e Torino intervenendo durante 'Balalaika' su Canale 5. Maxi Lopez, un po' seccato dai commenti acidi della Gialappa's sul suo rapporto con Icardi (che gli portò via la moglie Wanda Nara), ha fatto buon viso e ha risposto a diverse domande. Comprese quelle sulle immagini dell'inno nazionale argentino in cui si vede un Messi decisamente preoccupato che si passa le mani sul viso e sugli occhi come alla ricerca di una concentrazione che non arriva.

"I grandi giocatori possono imporre, in qualche modo, con chi giocare? No, a me non è mai capitato di decidere con chi giocare. Anche perché cadrebbe tutta l'armonia del gruppo", ha proseguito. "Rendimento di Messi troppo diverso al Barcellona rispetto alla Nazionale? Non si possono fare paragoni. La qualità che c'è al Barcellona non c'è in questa Argentina. In Nazionale deve fare tutto da solo e così diventa difficile", ha aggiunto Maxi Lopez che poi ha parlato del suo futuro. "Ora sono svincolato ma sto valutando due o tre situazioni qui in Italia che è un paese al quale sono molto affezionato". Su Icardi: "Wanda Nara potrebbe averlo proposto alla Juventus con Higuain che andrebbe all'Inter? Secondo me può succedere di tutto anche se lo vedo difficile come scambio. Icardi è molto tranquillo a Milano e non vedo Higuain all'Inter. Però Wanda è la sua agente e - ha concluso - fa i suoi interessi, quindi potrebbe succedere che cambi squadra".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata