Maradona: Il Papa mi ha fatto tornare in chiesa
Il Pibe de Oro: "Milik ha la forza e l'età per poter tornare in campo"

 "In Colombia la pace ha perso". Lo dice Diego Armando Maradona parlando a Roma alla presentazione della Partita della Pace in merito alla bocciatura tramite referendum dell'accordo di pace raggiunto tra il governo colombiano e le Farc. "Oggi di pace abbiamo tanto bisogno - dice ancora il 'Pibe de Oro' - siamo stanchi di guardare la Tv e vedere uno che uccide un altro. A me fa molta paura specie per i miei figli e mi fa rabbia non poter fare di più".

"Papa Francesco mi ha fatto tornare alla chiesa dopo che mi ero allontanato" dice l'ex campione. "Per Papa Francesco sono sempre a disposizione perché so che sta facendo un grandissimo lavoro all'interno del Vaticano come piace a tutti i cattolici", aggiunge. Parte dei soldi raccolti verrà destinata anche ai giovani delle zone terremotate. "Quando mi hanno detto che si giocava anche per la gente di Arquata ed Amatrice non potevo mancare ad un evento così. Il mio 'Francisquito' può stare seduto tranquillo che Maradona va in campo", conclude.

TOTTI E MILIK. "Totti in campo a 40 anni? Può giocare fino a 50 anni. Quaranta giocatori di squadre italiane messi insieme non fanno un Totti" dice Maradona che parla anche del Napoli. "Mi dispiace per Milik, era un buon ricambio per Higuain. Si è fatto male e sono cose che nel calcio succedono. Però credo che, per come l'ho visto ieri in albergo, abbia l'età e la forza per poter essere pronto per tornare e fare bene nel Napoli. Quanti minuti posso giocare nel Napoli? Non so, 1-2-3 minuti - dice scherzando - però nella partita della pace ne gioco novanta".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata