Maradona: Blatter-Platini meritano carcere, Infantino traditore
Duro attacco da parte dell'ex capitano dell'Argentina, che non risparmia neanche il nuovo presidente Fifa

Per l'ex capitano dell'Argentina Diego Maradona, da molto tempo il presidente uscente della Fifa Sepp Blatter e il numero uno del calcio europeo Michel Platini avrebbe dovuto essere puniti con il carcere a vita, anziché una squalifica di sei anni, per le violazioni etiche. "Sembra che il comitato etico della Fifa abbia sbagliato", ha detto il 55enne 'Pibe' a Reuters TV. "Con così tante prove contro queste persone e dopo aver visto il modo in cui hanno rubato per tanti anni, avrebbero dovuto avere l'ergastolo". Maradona, che ha collezionato 91 presenze con l'Argentina con cui ha vinto il Mondiale 1986, crede che il successore di Blatter alla presidenza della Fifa non debba essere motivato dal denaro. "Mi piacerebbe vedere un presidente che non sia interessato a diventare milionario grazie al pallone, agli sponsor o al Mondiale, perché è lì che si accumula un bel carico di soldi", ha detto. "Questo è il tipo di uomo che voglio conduca la Fifa e che avrà il mio sostegno".

L'argentino non ha risparmaito neanche il nuovo presidente della Fifa Gianni Infantino, bollato come "traditore assoluto, perché continuava a lavorare come se nulla stesse accadendo mentre il suo capo (Michel Platini) era tra l'incudine e il martello, o quasi dietro le sbarre", ha detto Maradona.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata