Mancini: "Obiettivo vincere la Nations League, pronto a dare spazio ai giovani"
Il ct in vista delle sfide con Polonia e Portogallo: "Sono fiducioso. Se riusciamo ad amalgamare in fretta una squadra, possiamo fare bene"

"La Nations League è una competizione importante, meglio delle amichevoli, e l'obiettivo è vincere il girone". Queste le parole del commissario tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, al Centro tecnico federale di Coverciano, dove gli azzurri hanno iniziato la preparazione in vista delle prime due partite della Uefa Nations League, in programma il 7 settembre a Bologna contro la Polonia e il 10 settembre a Lisbona contro i campioni d'Europa del Portogallo.

"Siamo l'Italia - ha aggiunto Mancini - e dobbiamo giocare sempre per far bene. Sono molto fiducioso, non credo che nel mondo ci siano giocatori che vincono le partite da soli. I nostri giocatori, se riusciamo ad amalgamare in fretta una squadra, possono fare bene". I prossimi impegni valgono i tre punti, e Mancini è curioso di vedere se il lavoro già svolto a giugno darà i suoi frutti. "Ci aspettano due partite dove contano i tre punti - ha sottolineato il ct - dobbiamo cercare di vincere e imporre il nostro gioco".

Capitolo giovani. "E' il momento più basso per numero di giocatori italiani impiegati in campionato, per questo abbiamo chiamato dei giovani così li posso vedere. Zaniolo è un under 19 arrivato alla finale dei campionati d'Europa. Uno come lui deve giocare, se lui ha qualità e troverà spazio sarà richiamato. I giovani un po' alla volta li chiameremo e li valuteremo" ha detto, parlando della convocazione del centrocampista della Roma Nicolò Zaniolo, classe '99, e dell'attaccante del Monaco Pietro Pellegri, classe 2001.

Infine sul confronto giocatori italiani-stranieni, Mancini ha dichiarato: "Dispiace vedere molti giocatori italiani in panchina. Spero sempre che gli italiani giochino, sono convinto che molti di quelli che sono in panchina sono molto più bravi degli stranieri che sono in campo". Mancini poi, rispondendo a una domanda sulle seconde squadre dei club di serie A, ancora non diventate realtà, eccezion fatta per la Juventus, ha detto: "Anche le seconde squadre possono aiutare chi non gioca in prima squadra" ed ha aggiunto, a proposito di giovani talenti che non trovano spazio: "all'estero non si fanno tanti problemi a far giocare i giovani, anche in Italia servirebbe più coraggio per lanciarli".

 

UN VERO CAMPIONATO PER NAZIONI - La Nations League è la nuova competizione promossa dalla Uefa che va a sostituire le vecchie amichevoli. Un torneo creato proprio con l'obiettivo di spingere così le stelle del calcio europeo a giocare di più con le nazionali. Il torneo inizierà il 6 settembre con i campioni del Mondo della Francia che affronteranno la Germania. La fase finale è in programma dal 5-9 giugno 2019. Come un campionato, si articola su 4 categorie, dalla A alla D: l'Italia è inserita nella Lega A, che comprende le 12 nazionali con il Ranking Uefa più alto suddivise in 4 gironi da 3 squadre ciascuno. Dopo le gare di andata con Polonia e Portogallo, l'Italia ha in programma il 14 ottobre la trasferta in terra polacca e il 17 novembre l'ultimo match casalingo con il Portogallo.

LA FORMULA - La formula del torneo prevede gare di andata e ritorno, la vincente di ogni girone si qualificherà per la fase finale a 4 (Semifinali e Finali) in programma nel giugno 2019, che si svolgerà in casa di una delle partecipanti, e l'Italia in caso di qualificazione è candidata ad ospitare le 4 sfide decisive. L'ultima classificata di ciascun girone, invece, retrocederà nella Lega B. La classifica finale della UNL determinerà inoltre il ranking per il sorteggio delle Qualificazioni a Euro 2020, previsto a inizio dicembre a Dublino.Le qualificazioni per gli Europei rimangono inizialmente per larghi tratti le stesse, almeno fino alla fase degli spareggi.

IN PALIO 4 POSTI PER EURO 2020 - La Nations League, inoltre, metterà in palio quattro posti per Euro 2020, attraverso i play off tra le vincitrici dei 4 gironi di ogni Lega (se non già qualificate, altrimenti si slitterà fino alla prima squadra che segue in classifica nella divisione non qualificata dalle 'European Qualifiers'; se una divisione non ha quattro squadre per completare il play off, si ricorrerà alle squadre della Divisione seguente secondo l'ordine di classifica) attraverso un barrage su semifinale e finale in gara unica che promuoverà le ultime 4 qualificate all'Europeo 2020. Gli spareggi per Uefa Euro 2020 si giocheranno il 26-31 marzo 2020.

LE DATE - Le squadre delle Leghe A e B della Nations League saranno coinvolte solo in quattro delle sei giornate. Giornata 1: 6-8 settembre 2018; Giornata 2: 9-11 settembre 2018; Giornata 3: 11-13 ottobre 2018; Giornata 4: 14-16 ottobre 2018; Giornata 5: 15-17 novembre 2018; Giornata 6: 18-20 novembre 2018; Sorteggio fase finale: inizio dicembre 2018; Fase finale: 5-9 giugno 2019; Sorteggio spareggi per Uefa Euro 2020: 22 novembre 2019; Spareggi per Uefa Euro 2020: 26-31 marzo 2020.

LA NATIONS LEAGUE IN TV - Le partite di Nations League dell'Italia saranno trasmesse in esclusiva dalla Rai, con la possibilità di vederle anche in streaming su RaiPlay. I diritti tv delle altre gare sono stati invece acquisiti da Mediaset: le migliori partite saranno trasmesse in chiaro e senza abbonamento (Canale 5 dovrebbe essere la rete di riferimento), sarà inoltre possibile vedere tutti gli highlights delle gare. In streaming sarà possibile assistere ai match su Premium Play, su Sport Mediaset e sul sito del canale specifico.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata