Lega Serie A, il banchiere 'paladino' del made in Italy eletto presidente: chi è Gaetano Miccichè
Succederà a Maurizio Beretta dimessosi il 27 marzo 2017 solo dopo che verranno nominati anche l'amministratore delegato e le altre cariche vacanti

Dalla laurea alla Bocconi di Milano al Consiglio di amministrazione di Alitalia, dalla carica di direttore generale di Intesa Sanpaolo a quella di presidente di Banca IMI: Gaetano Miccichè è da oggi il nuovo presidente della Lega di Serie A. L'Assemblea dei presidenti lo ha eletto all'unanimità: succederà a Maurizio Beretta dimessosi il 27 marzo 2017, ultimo presidente della Lega Serie A prima dei due commissari Carlo Tavecchio e Giovanni Malagò, dopo che verranno nominati anche l'amministratore delegato e le altre cariche vacanti. Un incarico prestigioso ma allo stesso tempo complicato da assolvere visti gli obiettivi che i presidenti e il commissario Giovanni Malagò si sono prefissati per i prossimi mesi e anni.

Manager di lungo corso, con una vasta esperienza soprattutto nel mondo industriale e dell'alta finanza, Miccichè è nato a Palermo il 12 ottobre 1950 in una famiglia agiata della borghesia palermitana. Il padre, Gerlando, era un alto dirigente del Banco di Sicilia. Suo fratello è Gianfranco, politico italiano di Forza Italia. Forte è anche il legame con il mondo del calcio, l'altro fratello Guglielmo, è infatti vice presidente del Palermo di Zamparini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata