Le pagelle di Toro-Juve: Valdifiori c'è, Chiellini-Rugani che coppia
Ma è Higuain il protagonista indiscusso del derby

Le pagelle del derby Torino-Juventus 1-3, incontro valido per la 16/a giornata di Serie A.

TORINO

HART 6 Una parata su Mandzukic, un gol imparabile, il primo derby poteva andare in archivio senza danni se non si fosse scatenato Higuain. E Pjanic.

ZAPPACOSTA 6 Se la vede un po' con Sturaro un po' con Alex Sandro e trova anche il tempo per puntare in avanti. Generoso.

ROSSETTINI 6 Quasi mai decisivo negli interventi, non sempre impeccabile.

CASTAN 5,5 Ogni tanto sbaglia i tempi dell'intervento, si arrabatta al cospetto della coppia Higuin-Mandzukic.

BARRECA 4,5 Si addormenta all'improvviso e non vede arrivare alle sua spalle Cuadrado che innesca la meccanica del pareggio. Lo stesso Higuain lo beffa sul raddoppio. Acerbo.

BENASSI 6 Il confronto con Sturaro è fatto con la spada non con il fioretto. Però sta in partita con costrutto. BOYE' (36' st) ng.

VALDIFIORI 6,5 Dirige il traffico con disinvoltura e la squadra lo segue.

BASELLI 6,5 Scodella il pallone per la rete di Belotti, non sfigura al cospetto di Khedira. ACQUAH (36' st) ng.

IAGO FALQUE 5,5 Poca roba e quasi mai significante. MARTINEZ (36'st) ng.

BELOTTI 6,5 In tutto il primo tempo tocca si e no dieci palloni, l'unico che gli capita in area lo trasforma in gol a testimonianza che sta attraversando un momento di grazia. L'ultimo ad arrendersi.

LJAJIC 6 Sta a sinistra ma spesso svaria anche a destra, sciupa una chance clamorosa nella ripresa.

All. MIHAJLOVIC 6 La sconfitta rode ma non è un tracollo e il Torino c'è.


JUVENTUS

BUFFON 6 Niente da fare su Belotti, il Gallo canta e segna.

LICHTSTEINER 5,5 Colpevolmente assente nel contrasto aereo con Belotti che porta in vantaggio il Torino.

RUGANI 6,5 Non è proprio un esercizio scontato controllare Belotti, in condizioni straordinarie. Si arrangia pure con qualche rudezza che non gli compete.

CHIELLINI 7 Esperienza al servizio di una difesa di servizio. Non sbraca, non cerca di fare lo sborone. Del resto, lui i derby li conosce bene e sa che non è il caso di strafare.

ALEX SANDRO 6 Tra i più dinamici nel primo tempo, sia nell'anestetizzazione di Falque, sia nella fase di spinta. Solo Chiellini lo manda al tappeto con una testata involontaria.

KHEDIRA 6,5 Presente ma anche con una cera stanchezza addosso che non ne limita l'efficacia al cospetto di un avversario gasatissimo.

MARCHISIO 6,5 Cerca di dare ordine a un reparto che è lontanissimo parente di quello straordinario del passato recente.

STURARO 6,5 Tafferuglia con Benassi, il suo contributo è esclusivamente podistico e agonistico, insomma polmoni, muscoli: avesse anche il piedino di Cenerentola... LEMINA (22'st) Partecipa alla festa.

CUADRADO 6 Preferito a Pjanic ci mette un po' per entrare in sintonia con la gara, anche se cerca poco l'uno contro uno, forse perché capisce subito che Barrreca è un cliente scomodo. Comunque mette lo zampino nel pareggio bianconero.

PJANIC (36'st) 6,5 Segna il gol che schianta definitivamente il Torino.

HIGUAIN 8 Dategli la palla e farà gol. Come accade intorno alla mezz'ora. Ridategliela e confezionerà il successo, come avviene a pochi minuti dall'epilogo. La domanda è sempre la stessa: perché non lo sfruttano per cosa sa fare bene, anzi benissimo? Il destinatario della questione sta seduto in panchina.

MANDZUKIC 6 Si batte come un leone, si sbatte con la consueta generosità, sfiora il gol di testa. Insomma, il suo come al solito lo porta a casa. DYBALA (26'st) 6 Ottimo l'assist per Pjanic.

All. ALLEGRI 7 La Juventus è in netta ripresa, bravo nella gestione dei cambi.

ARBITRO ROCCHI 5,5 Molti fischi non convincono.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata