Le pagelle di Portogallo-Italia: flop Immobile, Chiesa-Romagnoli si salvano

Mancini rivoluziona la formazione ma il risultato non lo premia

Le pagelle di Portogallo-Italia 1-0, gara valida per il gruppo 3 della Nations League disputata a Lisbona.

ITALIA

Donnarumma 6 Salva un gol che consente agli azzurri di restare in partita. Insicuro sulle uscite.

Lazzari 5 L'emozione del debutto gli gioca un brutto scherzo. Fuori posizione sull'azione che porta al vantaggio del Portogallo, Bruma gli fa vivere un esordio da incubo. Lascia spesso delle praterie alle sue spalle.

Caldara 5 Da matita rossa l'errore da cui nasce il gol dei lusitani. Macchia in maniera indelebile una prova fin lì sufficiente.

Romagnoli 6 L'unica nota positiva del pacchetto arretrato. Salva un gol nel primo tempo, prova a tenere in piedi da solo la linea difensiva.

Criscito 5.5 Bernando Silva è un brutto cliente, se la cava con il mestiere. Timido in proiezione offensiva. (dal 28' st Emerson Palmieri 6 Qualche buona incursione).

Chiesa 6 Proprio come con la Polonia, è uno dei pochi a provarci. Poco coinvolto dai compagni di squadra, alla lunga si spegne anche lui.

Jorginho 5.5 Tenta di accendere la luce, senza riuscirci. Cristante lo supporta poco, ma da lui ci si aspetta qualcosa di più. Dopo l'errore con la Polonia bada al compitino.

Cristante 5 Poco filtro, tante sbavature ed errori tecnici, gli inserimenti che l'hanno reso uno dei colpi del mercato estivo sono un lontano ricordo. Impacciato. (dal 34' st Belotti sv).

Bonaventura 5.5 Confusionario e confuso. Dà l'anima, ma non riesce a incidere.

Immobile 5 Appannato, vince pochissimi duelli. Manca il guizzo dei giorni migliori. (dal 14' st Berardi 5.5 Non dà la scossa che Mancini sperava).

Zaza 5.5 Ci prova e riprova, con la proverbiale generosità che lo contraddistingue. Ma praticamente non si rende mai pericoloso.

All. Mancini 5 Rivoluziona la formazione ma il risultato non lo premia. Dopo un primo tempo dignitoso la sua Italia non riesce a reagire al gol subito. La difesa traballa, la manovra non è fluida e l'attacco crea poco. C'è da lavorare, e non poco.


PORTOGALLO: Rui Patricio 6; Cancelo 6, Pepe 6.5, Ruben Dias 6, Mario Rui 6.5; Pizzi 6 (28' st Renato Sanches sv), Ruben Neves 6, Carvalho (41' st Sergio Oliveira sv); 7; Bruma 7 (32' st Gelson Martins sv), A. Silva 7, Bernardo Silva 7. A disp. Claudio Ramos, Beto, Neto, P. Mendes, Bruno Fernandes, Guedes, Cedric, Gelson Fernandes. All. Santos 6.5.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata