Le pagelle di Napoli-Milan 3-2. Zielinski super, Higuain nullo
Mertens scheggia, ottima gara per Calabria

Zielinski inarrestabile, Mertens scheggia, Higuain ingabbiato. Questi alcuni dei giudizi di Napoli-Milan 3-2, match giocato questa sera allo stadio San Paolo e deciso dalle reti di Bonaventura, Calabria, Zielinski (doppietta) e Dries Mertens. Queste le pagelle complete:

NAPOLI

OSPINA 5.5 - Incolpevole sulla rasoiata di Calabria, meno forse sul destro violento di Bonaventura, sul quale poteva forse essere più reattivo.
HYSAJ 5.5 - Prova qualche sortita in attacco, ma senza successo. Fa buona guardia su Suso, ma è comunque troppo poco per la sufficienza.
ALBIOL 6 - Qualche sbavatura di troppo sulle reti rossonere, ma per il resto fa buona guardia su Higuain, chiudendogli spesso la porta.
KOULIBALY 6 - Primo tempo con qualche errore, ma si riscatta con una seconda frazione più che sufficiente. Di media arriva comunque al 6.
MARIO RUI 5 - Male il terzino portoghese, spesso infilato sia da Borini che da Bonaventura. Esce per stanchezza (dal 73' Luperto 6 - Ordinaria amministrazione e nessuna sbavatura per lui) HAMSIK 5 - Altra serata grigia per il capitano azzurro, troppo lento spesso nel far girare la palla. Non è un caso che con la sua uscita dal campo il Napoli acquisti velocità e riesca a conquistare anche i tre punti (dal 63' Mertens 7 - Entra e cambia la partita, giocando da seconda punta e avendo anche il merito di siglare il 3-2 che chiude la gara) ALLAN 7 - Semplicemente mostruoso. Non perde un contrasto e regala a Mertens il più facile dei tap-in per il gol della vittoria.
ZIELINSKI 8 - Primo tempo da dimenticare, ma nella seconda frazione si trasforma e buca Donnarumma 2 volte, mattatore assoluto della serata (dal 72' Diawara 6 - Buon ingresso il suo a partita in corso. Che sia pronto per una maglia da titolare?) CALLEJON 6.5 - Motorino instancabile lì sull'out di destra, fornisce anche l'assist per il primo gol di Zielinski che dà il via alla rimonta azzurra.
MILIK 6 - Non timbra il cartellino, ma è spesso nel vivo della manovra, smistando bene i palloni per le ali e i trequartisti.
INSIGNE 5.5 - Stasera non gira, sbagliando qualche pallone di troppo e non riuscendo a risultare mai pericoloso. Serata storta per lui.
ALL. ANCELOTTI 7 - Legge ottimamente la partita, togliendo uno spento Hamsik e inserendo Mertens, mossa che cambia la gara. Decisivo.

MILAN

G. DONNARUMMA 5.5 - Incolpevole su due delle tre reti azzurri, ma forse sul secondo gol di Zielinski poteva fare qualcosa in più.
CALABRIA 6.5 - Ottima la sua gara, impreziosita dal gol che vale il 2-0, una rasoiata da attaccante consumato.
MUSACCHIO 5.5 - Buon primo tempo il suo, male nella ripresa quando perde le distanze dai furetti azzurri.
ROMAGNOLI 6 - Dirige la difesa con calma e autorità, alla lunga cala anche lui sui colpi degli attaccanti partenopei.
R. RODRIGUEZ 5.5 - Parte bene, ma poi perde il duello con Callejon, che spesso gli va via dal suo lato.
BIGLIA 5 - Lento e impacciato in cabina di regia, partita da dimenticare per il regista argentino (dal 58' Bakayoko 5.5 - Entra e sbaglia subito il disimpegno da cui nasce il raddoppio di Zielinski) KESSIÈ 5.5 - Perde totalmente il duello fisico con Allan, che lo tiene a bada per tutti i 90 minuti di gioco.
BONAVENTURA 7 - Suo il gol del vantaggio, rete di pregevole fattura che apre il match. Per il resto è sempre nel vivo della manovra, arma imprescindibile dello scacchiere di Gattuso.
SUSO 6.5 - Hysaj lo marca come può, ma lo spagnolo trova comunque il varco di innescare i compagni, entrando praticamente in entrambe le azioni dei gol del diavolo.
HIGUAIN 5.5 - Corre e si batte come può, ma stasera Albiol e Koulibaly non si lasciano saltare. Serata no.
BORINI 6.5 - Gran primo tempo il suo, dove è decisivo nell'assist per Bonaventura. Cala alla distanza per stanchezza (dal 71' Laxalt 6 - Prova qualche giocata, ma fa poco per risultare veramente pericoloso) ALL. GATTUSO 5.5 - Sfiora l'impresa al San Paolo, ma alla lunga perde il duello con l'amico e maestro Ancelotti. Peccati di inesperienza, da smussare col tempo.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata