Le pagelle di Milan-Inter 2-2: sugli scudi Suso, Perisic e Candreva
Prestazione discreta per Bonaventura, Icardi invisibile

Le pagelle di Milan-Inter 2-2, posticipo della 13/a giornata di campionato.

MILAN

Donnarumma 5,5 Non fa miracoli sui due gol dopo un primo tempo passato a sparacchiare il pallone.

Abate 6 Perisic è un brutto cliente e lo beffa più di una volta, ma non sempre subisce il colpo.

Gomez 6,5 Spazza quando può e ogni tanto imposta. Non fa rimpiangere Romagnoli.

Paletta 5,5 Sul colpo di testa di Murillo che serve Perisic nel finale è in ritardo. Una macchia dopo una partita giocata con sicurezza da vendere.

De Sciglio 6 Gioca con discreta personalità dopo un avvio timidino e si guadagna la pagnotta.

Kucka 5,5 Quando c'è da lottare in mezzo, è il primo a mettere la gamba. Con il passare del tempo perde mordente e molla di schianto nel finale di partita.

Locatelli 6 Nel primo tempo sente l'emozione da derby e le gambe tremano un bel po'. Soffre Joao Mario, ma non perde tutti i duelli. A volte esce anche a testa alta, ma poi nel finale tiene in gioco Perisic e se lo perde sul palo. Alti e bassi: è normale per un 18enne.

Bonaventura 6,5 Ringhia, ruba palloni e rilancia l'azione. Egoista nel primo tempo in un contropiede in cui non serve Bacca. Un po' egoista, ma si vede che dà l'anima. (Dal 43' st Pasalic 5,5 Ha l'occasione del possibile 3-2 al fotofinish e la butta via ciabattando con il sinistro).

Suso 7,5 Il gol del vantaggio rossonero è 'alla Suso': dribbling a rientrare e tiro a giro. Il punto del 2-1 è da grande giocatore. È nata una stella?

Bacca 6 Spreca una buona occasione prima del vantaggio dello spagnolo. Sua la palla regalata al 23enne ex Liverpool per il 2-1. Per il resto, fatica a impensierire la difesa nerazzurra. (Dal 26' st Mati Fernandez 5,5 Dopo il 2-2 di Perisic lancia i suoi ma è troppo tardi).

Niang 6 Fa il massimo per far salire la squadra, ma non è il solito fulmine sulla fascia. Comunque, si sacrifica sempre. (Dal 34' st Lapadula sv).

All. Montella 6 La sua squadra butta via il derby per inesperienza, dopo una partita giocata con coraggio. Certo, le barricate del finale, prima del pari che decide la partita nerazzurro, non sono da squadra che aspira alla Champions.


INTER

Handanovic 5,5 Suso lo beffa con un tiro nell'angolino e a tu per tu. Non compie prodigi.

D'Ambrosio 6 All'inizio fatica, poi prende campo e non smette mai di correre.

Miranda 5,5 Suso lo dribbla secco per firmare il 2-1. Impreparato.

Medel 6 È un osso duro ma è costretto ad alzare bandiera bianca per infortunio. (Dal 37' pt Murillo 6,5 Non è uno dei peggiori là dietro, perché libera tutti i palloni a disposizione. E poi confeziona l'assist per il 2-2 di Perisic).

Ansaldi 4,5 Suso se lo beve come un crodino all'ora dell'aperitivo e firma l'1-0. Si fa anche ammonire perché non riesce a tenere l'ex Liverpol. Inguardabile. (Dal 20' st Nagatomo 6,5 Meriterebbe più spazio, perché appena entra fa vedere che ha passo e un discreto piede).

Brozovic 5 Perde palloni sanguinosi ed è in bambola nell'azione del vantaggio del Milan. Non si riprende più. (Dal 30' st Jovetic 5,5 Entra e si fa subito ammonire. Troppo nervoso).

Kondogbia 5,5 Fa la bella statuina in occasione della ripartenza che porta al gol di Suso. Tutto sommato, da rivedere.

Candreva 7 Suo il gol del momentaneo 1-1 con la specialità della casa, ovvero il tiro da fuori. Il più pericoloso dei suoi. Una spina nel fianco. Sembra che abbia le ali attaccate ai piedi, talvolta.

Joao Mario 6,5 Gioca in punta di piedi e, a volte, rischia di strafare. Ma il suo fosforo rianima l'Inter.

Perisic 7 Tre occasioni sprecate nel primo tempo, un'altra nella ripresa. Ma è suo il gol del 2-2 che chiude la partita e fa mangiare le mani al popolo rossonero. Ha classe e risolve in qualche modo la gara dopo 91' da buttare.

Icardi 5 Chi l'ha visto? Il bomber nerazzurro finisce nell'ombra. Fa a sportellate ma perde praticamente tutti i duelli.

All. Pioli 6,5 La sua Inter ha un'anima e si vede. Corre, lotta e si riprende. Non ha la bacchetta magica, ma la pressione nel finale di partita del 2-2 è un bello sponsor del suo calcio.

Arbitro Tagliavento 5,5 Tira fuori due gialli veloci e poi fa fatica a usare la bilancia con il passare del tempo. Sul momentaneo 1-1 di Candreva c'è più un dubbio. Più sicuro dopo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata