Le pagelle di Inter-Napoli: Skriniar un muro, Insigne fa poco
Bene Brozovic e tutta la difesa del Napoli. Icardi ancora in ombra. Rafinha incide poco

Skriniar un muro, Brozovic ritrovato, Insigne spara a salve. Questi alcuni dei giudizi di Inter-Napoli 0-0, gara giocata questa sera allo stadio San Siro di Milano.

INTER

HANDANOVIC 6 - Spettatore non pagante. Insigne ci prova in un paio di occasioni, ma lo sloveno non effettua nemmeno una parata decisiva.

CANCELO 5.5 - Non parte benissimo a destra, gioca meglio nel secondo tempo a sinistra, ma non è sempre perfetto nei passaggi.

SKRINIAR 7 - Quasi perfetto in marcatura su Mertens, lo slovacco coglie anche un palo in zona gol. Un muro invalicabile.

MIRANDA 6.5 - Come Skriniar gioca una gara impeccabile, tenendo compatta la difesa e chiudendo bene gli spazi alle folate del Napoli.

D'AMBROSIO 5.5 - Il meno brillante del comparto difensivo. Non si fa quasi mai vedere in avanti, preferendo tenere la posizione in marcatura su Insigne.

GAGLIARDINI 6 - Vince il ballottaggio con Vecino e gioca una buona gara in fase d'interdizione, lontano dai riflettori.

BROZOVIC 6.5 - Schierato a sorpresa, il croato gioca un'ottima gara in cabina di regia, tra le migliori della sua stagione.

CANDREVA 6 - Motorino inesauribile nel primo tempo, cala inevitabilmente nella ripresa ed è costretto al cambio (dal 79' Borja Valero sv).

RAFINHA 5.5 - Lontano dal top della condizione e si vede. Il talento c'è, ma sbaglia decisamente troppo per uno con la sua classe (dal 64' Eder 5.5 - Non entra benissimo in partita e sbaglia spesso la misura dell'ultimo passaggio o della conclusione).

PERISIC 5 - Il talento croato è anche oggi molto impreciso. Un lontano parente del fuoriclasse ammirato a inizio stagione (dal 86' Karamoh - sv).

ICARDI 5.5 - L'argentino lotta come può, ma spesso è lasciato solo a duellare con i centrali del Napoli, perdendo alla lunga il confronto.

ALL. SPALLETTI 6.5 - Sceglie un approccio più offensivo rispetto alla gara d'andata e il risultato gli dà ragione. Buona la reazione dei suoi ragazzi, che riescono a strappare un buon punto e tenere un pochino più lontano il Milan nella corsa Champions.

NAPOLI

REINA 6 - Come Handanovic è spettatore del match di San Siro, non dovendo quasi mai intervenire con parate decisive.

HYSAJ 6.5 - Buona la sua gara in marcatura su Perisic, annullato praticamente per tutta la gara dal suo lato.

ALBIOL 6.5 - Chiude la porta ad Icardi in più di un'occasione, dimostrando ancora una volta la sua imprescindibilità nella difesa azzurra.

KOULIBALY 6.5 - A tratti perde la concentrazione, ma riesce comunque a tenere a bada Mauro Icardi e gli attaccanti dell'Inter.

MARIO RUI 6 - Candreva è un osso duro, ma il portoghese riesce ad arginarlo in diverse occasioni, giocando una partita comunque sufficiente.

ALLAN 5.5 - Corre e lotta come di consueto, ma nella ripresa perde lucidità sbagliando spesso l'ultimo passaggio (dal 88' Rog - sv).

JORGINHO 6.5 - Sbaglia pochissimo e chiude bene gli spazi davanti la difesa. Tra i migliori degli azzurri.

HAMSIK 5.5 - Parte bene, ma cala col passare dei minuti, sbagliando troppi appoggi facili (dal 71' Zielinski 6 - Discreto il suo ingresso in campo sia per qualità che per quantità, ma non trova lo spazio per la giocata decisiva).

CALLEJON 5 - Ci mette voglia e dinamismo, ma lo spagnolo non riesce a trovare l'affondo vincente calando drasticamente nella ripresa.

MERTENS 5.5 - Il belga ci prova, ma Skriniar e Miranda gli chiudono spesso la strada negandogli la gioia della rete (dal 86' Milik - sv)

INSIGNE 5.5 - Lorenzo tenta spesso la giocata, ma sbaglia diverse di conclusioni a colpo sicuro e non riesce a trovare il colpo del ko.

ALL. SARRI 5.5 - Non è il solito Napoli ammirato fino a qualche settimana fa, sia in zona difensiva che in quella offensiva. Il punto conquistato a San Siro non è da buttare, ma è comunque una battuta d'arresto nella corsa scudetto. La Juve ora è lì a pari merito e con una partita ancora da giocare. Ora sì che si fa dura.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata