Lazio, Lulic: Rudiger? A Stoccarda vendeva calzini ora fa fenomeno
"Non è colpa sua, è colpa di quelli che stanno intorno a lui e che fanno crescere un ragazzo maleducato"

"La provocazione di Rudiger dopo il primo gol? Già parlava prima della partita, due anni fa a Stoccarda vendeva calzini e cinture e adesso fa il fenomeno. Non è colpa sua, è colpa di quelli che stanno intorno a lui e che fanno crescere un ragazzo maleducato. Lasciamo stare queste provocazioni che capiteranno anche in futuro". Parole di Senad Lulic, centrocampista della Lazio, dopo il derby perso contro la Roma. "Abbiamo fatto due errori e abbiamo perso la partita. Non dobbiamo commetterli", così ha analizzato il match il bosniaco, ai microfoni di Premium Sport. "Nel primo tempo avremo dovuto fare almeno un gol e la gara sarebbe cambiata. Non credo però che questa sconfitta ci ridimensioni, abbiamo perso una gara dopo 9 partite utili consecutive. Il campionato è ancora lungo e i conti li faremo alla fine", ha aggiunto.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata