Lazio, Lotito: Con tifosi equilibrio precario e pace armata
Il presidente del club biancoceleste è stato ascoltato oggi in Commissione Antimafia

"Le minacce sicuramente non mi arrivano dai capi tifosi, ma da una serie di persone che forse non accettano una pace sociale, armata. Io ho detto che è un equilibrio precario che da un momento all'altro potrebbe saltare ma che per ora resiste. Se cambiasse presidente, probabilmente salterebbe". Lo ha detto il presidente della Lazio, Claudio Lotito, in audizione in Commissione Antimafia. "Bisogna distinguere la goliardia da atti di rilevanza penale. E' interesse di qualcuno istigare di nuovo la tifoseria contro questa presidenza, lo dico perché ci sono atti in tal senso coperti da segreto istruttorio", facendo riferimento ai manichini con la maglia giallorossa appesi pochi mesi fa davanti al Colosseo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata