Lazio, Inzaghi: "Ci crediamo ancora, ma cresce l'amaro in bocca"
Lazio, Inzaghi: "Ci crediamo ancora, ma cresce l'amaro in bocca"

Il tecnico biancoceleste dopo la vittoria di misura con il Cluj: "Dovevamo fare più gol"

Una Lazio così non può che lasciare qualche rammarico per una qualificazione che sarebbe potuta essere già acquisita da tempo. I biancocelesti si giocheranno le loro ultime carte nell'ultima giornata del girone in trasferta contro il Rennes. "Abbiamo un'ultima partita, dobbiamo fare il nostro dovere e poi il Celtic come ha vinto qui andrà a fare la sua gara in Romania. Ci crediamo e cresce l'amaro in bocca, perché non avremmo meritato di giocarsi tutto all'ultima giornata e con poche speranze. Ma è un percorso di crescita", ha aggiunto il tecnico biancoceleste.

"Oggi abbiamo fatto un ottimo primo tempo ma dovevamo fare un gol in più, nella ripresa abbiamo sofferto la loro fisicità", ha commentato Inzaghi.  E sulla stagione della sua Lazio ha detto: "Ho dei giocatori di qualità che si sacrificano, cerco di metterli in campo quando stanno bene. Abbiamo trovato un equilibrio giusto, subendo pochi gol. Stiamo lavorando ma la squadra ha ancora ampi margini di crescita. Secondo me dobbiamo cercare di fare più gol, anche se in Serie A siamo il secondo miglior attacco. Ma creiamo tanto e ho tanti giocatori capaci di far gol, oltre ad Immobile. Concretizzare di più per evitare di arrivare nei finali con le partite ancora in bilico", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata