Lapadula: Nazionale un sogno, ho trovato un gruppo molto unito
L'attaccante del Milan è stato chiamato in extremis da Ventura dopo l'infortunio di Gabbiadini

"C'è un gruppo molto unito, una cosa che si percepisce fin da subito. Sono arrivato a 26 anni in Nazionale e vedremo". Parola di Gianluca Lapadula ai microfoni di RaiSport, l'attaccante del Milan è stato chiamato in extremis dal commissario tecnico Gian Piero Ventura dopo l'infortunio di Manolo Gabbiadini. "Il momento del Milan positivo mi ha aiutato - ha ammesso - e la convocazione è stata un sogno". Sempre dal ritiro azzurro ha parlato anche il giovane centrocampista della Lazio Danilo Cataldi, che si è soffermato sulle difficoltà per i giovani giocatori italiani di emergere nel nostro campionato: "Di giovani ce ne sono tanti e bravi, c'è solo uno scalino da superare per dargli fiducia. Non si possono buttare in campo così ma con il tempo gestirli nel migliore dei modi potrebbe essere una soluzione". Altra novità dell'ultima ora l'atalantino Roberto Gagliardini: "Da piccolo il mio modello era Zidane, adesso forse Pogba. Però non ci sono modelli veri a cui mi ispiro". Infine il bomber del Genoa Leonardo Pavoletti: "Mi sto trovando bene, ho ancora tanto da imparare perchè giocando unica punta nel club e qui a due punte devo imparare a coesistere con un altro attaccante".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata