L'Inter vuole un terzino destro: avanti su Vrsaljko. Il Napoli vira su Sabaly
La Roma, intanto, è pronta all'assalto per Oyarzabal. E la Lazio si prepara ad accogliere Correa e Badelj

Sfumato Malcom, la Roma non resta a guardare. L'affare saltato al fotofinish con il Bordeaux non coglie impreparato Monchi, pronto a dare un nuovo assalto a un suo vecchio pallino, il giovane talento del Real Sociedad Mikel Oyarzabal. Affare complicato, perché i baschi non sono disposti a fare sconti sulla clausola rescissoria (50 milioni di euro) e al tempo stesso il calciatore spagnolo non spinge per una cessione, anzi. Una soluzione low cost ma di assoluta garanzia è rappresentata invece dall'esterno del Genoa Laxalt, seguito anche da una Lazio comunque scatenata in queste ore. Lotito regalerà infatti a Simone Inzaghi l'ex Sampdoria Correa, attualmente al Siviglia, per una cifra complessiva intorno ai 20 milioni, e il centrocampista della Fiorentina Milan Badelj. I biancocelesti potrebbero però perdere Sergej Milinkovic-Savic. Il Chelsea, in Italia per trattare con la Juventus Higuain e Rugani, è pronto a lanciare l'offensiva sulla stella serba seguita da mezza Europa.

Molto attiva anche l'Inter, che vuole regalare nel minor tempo possibile l'ultimo tassello che manca, quello del terzino destro. In tal senso nelle ultime ore prende quota la candidatura di Sime Vrsaljko, dato che l'Atletico Madrid ha aperto alla possibilità del prestito con diritto di riscatto. "È una possibilità", ha dichiarato l'ad Alessandro Antonello in occasione della compilazione dei calendari di Serie A. L'alternativa è rappresentata da Matteo Darmian (cercato anche dalla Juventus), che a margine dell'amichevole contro il Milan ha lasciato intendere di gradire un ritorno in Italia. "C'è questa possibilità - ha ammesso l'esterno dei Red Devils - L'Inter? Qualcosa di vero sicuramente c'è, adesso vediamo quello che succede". All'estero invece è fatta per il passaggio di Aleksandr Golovin al Monaco. Quindi niente Juve, né Chelsea, che nelle scorse settimane avevano seguito da vicino il giovane centrocampista offensivo russo.

Capitolo Napoli: fino a ieri sembrava tutto fatto per il colombiano Arias e invece oggi è tornato forte il nome di Sabaly per stessa ammissione del presidente De Laurentiis, finora sempre smentito: "Terzino? Ne arriverà solo uno tra Arias e Sabaly, non entrambi. Staremo a vedere". E proprio l'esterno senegalese sembra essere il più vicino a vestire la maglia azzurra, tanto che in Francia il sito "Girondinfos" dà il suo acquisto già per fatto, con il Bordeaux che avrebbe persino autorizzato le visite mediche per domattina. In caso di ok dello staff medico allora il Napoli affonderà il colpo, per un affare che frutterà al club francese circa 15 milioni di euro, mentre per Sabaly è pronto un contratto quinquennale da poco più di 1 milione a stagione.

Passando agli attaccanti De Laurentiis ha confermato il gradimento di Ancelotti su Ounas e soprattutto di Roberto Inglese, sebbene l'agente dell'attaccante Samuele Sopranzi abbia lasciato aperta una porticina per il futuro. Quanto alle cessioni, ufficiale Ciciretti al Parma in prestito, Tonelli verso il Cagliari, mentre su Grassi si è scatenata una vera e propria asta tra Fiorentina, Bologna, Torino ed alcuni club spagnoli.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata