Juve, Allegri gioca a carte (quasi) scoperte contro il Napoli

Alle 18 il match. Il tecnico bianconero punta su Szczesny, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Pjanic, Matuidi e Cristiano Ronaldo

Sette giocatori li ha dati. Per gli altri quattro, Massimiliano Allegri, si prenderà tutto il tempo necessario. Potrebbero cambiare uomini e sistema di gioco, potrebbe mischiarle fino alla fine quelle quattro carte scoperte. Ma forse, la sorpresa di questa volta, è che contro il Napoli non ci saranno sorprese. Con Allegri che per vivere il primo scontro diretto della stagione potrebbe di volta in volta scegliere semplicemente i giocatori che gli forniscono ad oggi le maggiori garanzie nel sistema che fornisce le maggiori garanzie.

Szczesny, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Pjanic, Matuidi e Cristiano Ronaldo: questi i fantastici sette già annunciati da Allegri in conferenza stampa, ancor prima della rifinitura. E gli altri quattro, in ogni caso, dovrebbero riportare la Juve a scendere in campo secondo il 4-3-3 che tanto bene ha fatto ad esempio contro Lazio e Valencia, i due match fin qui più probanti. Con Joao Cancelo favorito su Cuadrado per completare la linea a quattro in difesa: è questa la prima carta da girare. Poi si sale a centrocampo e si scopre il volto di Emre Can: più che da Bentancur, il tedesco deve guardarsi da un cambio tattico di Allegri, che potrebbe lasciarlo in panchina solo se volesse una squadra ancora più a trazione anteriore con una punta in più (Dybala) ed un centrocampista in meno da rimpiazzare magari con Bernardeschi. Che con ogni probabilità rappresenterà la scelta nascosta dalla terza carta coperta, con Mario Mandzukic a completare il poker di volti misteriosi e il tridente insieme all'ex viola e a Cristiano Ronaldo. Si avvicina quindi una nuova esclusione eccellente per il numero dieci bianconero, che col Bologna si è sbloccato e con il Napoli torna in panchina con quel ruolo da dodicesimo uomo a cui verrà chiamato in caso di necessità.

C'è poi un'altra partita da giocare, quella sugli spalti. Lo stesso Allegri oggi ha chiamato a raccolta i suoi tifosi, ma anche sabato proseguirà lo sciopero del tifo della curva Sud contro il caro biglietti della società bianconera e degli altri club di serie A quando ospitano la Juve: attesa una Sud vestita a lutto, per simboleggiare la morte della loro passione, come si può leggere nel comunicato diramato dalla tifoseria organizzata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata