20180913T214000Z lapresse.it 20180913 doc-581637 urn:newsml:lapresse.it:20180913:581637:4 20180913T214426Z 20180914T123222Z Juve, dopo 3 anni bilancio in rosso: aumentano i debiti 13 2140 set 18 LaPresse

È allarme conti in casa Juventus. Dopo tre esercizi chiusi in attivo, il Consiglio di Amministrazione presieduto da Andrea Agnelli ha approvato il progetto di bilancio per l'esercizio chiuso al 30 giugno 2018, che evidenzia una perdita di 19,2 milioni di euro rispetto rispetto all'utile di 42,6 del 2017.

A preoccupare però non è la perdita, che sarà coperta mediante l'utilizzo della riserva da sovrapprezzo di azioni (con la conseguente riduzione del patrimonio netto da 93,8 a 72 milioni), ma la posizione finanziaria: l'indebitamento finanziario è infatti schizzato a 309,8 milioni, rispetto ai 162,5 del 2017. In sostanza, i debiti sono il 75% del fatturato del club bianconero. E c'è da considerare che il maxi esborso per l'acquisto di Cristiano Ronaldo peserà solo sul bilancio del prossimo anno.

A determinare il rosso la consistente diminuzione dei ricavi provenienti dalla Champions League (nel 2017/18 la Juve si è fermata ai quarti di finale contro la finale raggiunta l'anno prima), una differenza negativa di 58 milioni rispetto allo scorso esercizio. A questo si deve aggiungere la mancanza di una maxi-cessione come quella di Paul Pogba che nel 2016 aveva prodotto una maxi-plusvalenza e l'aumento degli ammortamenti per effetto della campagna acquisti per rafforzare la rosa a disposizione di Massimiliano Allegri, pari a 25 milioni e i maggiori costi per servizi esterni (10,4 milioni).

Per la campagna acquisti la società ha avuto un esborso di 157,9 milioni a fronte di cessioni per 21,1 milioni. A far sorridere sono i ricavi, oltre i 500 milioni di euro per il secondo anno consecutivo. Il risultato operativo è stato vicino al punto di pareggio (-1,4 milioni). Il fatturato al netto del calciomercato è stabilmente sopra i 400 milioni. In crescita le performance dell'area commerciale: per sponsorizzazioni, pubblicità e il merchandising, gestito in casa dalla Juventus, la crescita è stata di circa 20 milioni rispetto all'anno scorso. Il bilancio sarà sottoposto ora all'approvazione dell'assemblea ordinaria degli azionisti convocata per il prossimo 25 ottobre 2018 all'Allianz Stadium.

È allarme conti in casa Juventus. Dopo tre esercizi chiusi in attivo, il Consiglio di Amministrazione presieduto da Andrea Agnelli ha approvato il progetto di bilancio per l'esercizio chiuso al 30 giugno 2018, che evidenzia una perdita di 19,2 milioni di euro rispetto rispetto all'utile di 42,6 del 2017.

A preoccupare però non è la perdita, che sarà coperta mediante l'utilizzo della riserva da sovrapprezzo di azioni (con la conseguente riduzione del patrimonio netto da 93,8 a 72 milioni), ma la posizione finanziaria: l'indebitamento finanziario è infatti schizzato a 309,8 milioni, rispetto ai 162,5 del 2017. In sostanza, i debiti sono il 75% del fatturato del club bianconero. E c'è da considerare che il maxi esborso per l'acquisto di Cristiano Ronaldo peserà solo sul bilancio del prossimo anno.

A determinare il rosso la consistente diminuzione dei ricavi provenienti dalla Champions League (nel 2017/18 la Juve si è fermata ai quarti di finale contro la finale raggiunta l'anno prima), una differenza negativa di 58 milioni rispetto allo scorso esercizio. A questo si deve aggiungere la mancanza di una maxi-cessione come quella di Paul Pogba che nel 2016 aveva prodotto una maxi-plusvalenza e l'aumento degli ammortamenti per effetto della campagna acquisti per rafforzare la rosa a disposizione di Massimiliano Allegri, pari a 25 milioni e i maggiori costi per servizi esterni (10,4 milioni).

Per la campagna acquisti la società ha avuto un esborso di 157,9 milioni a fronte di cessioni per 21,1 milioni. A far sorridere sono i ricavi, oltre i 500 milioni di euro per il secondo anno consecutivo. Il risultato operativo è stato vicino al punto di pareggio (-1,4 milioni). Il fatturato al netto del calciomercato è stabilmente sopra i 400 milioni. In crescita le performance dell'area commerciale: per sponsorizzazioni, pubblicità e il merchandising, gestito in casa dalla Juventus, la crescita è stata di circa 20 milioni rispetto all'anno scorso. Il bilancio sarà sottoposto ora all'approvazione dell'assemblea ordinaria degli azionisti convocata per il prossimo 25 ottobre 2018 all'Allianz Stadium.

Foto Fabio Ferrari - LaPresse 12 08 2018 Villar Perosa (To) Sport - Calcio Juventus Fc a Villar Perosa per l'amichevole Juventus A Vs Juventus B. Nella foto: Andrea Agnelli Photo Fabio Ferrari / LaPresse August 12, 2018 Villar Perosa (To) Sport - Calcio Friendly match Juventus A Vs Juventus B in Villar Perosa. In the pic:Andrea Agnelli LaPresse Foto Fabio Ferrari - LaPresse 12 08 2018 Villar Perosa (To) Sport - Calcio Juventus Fc a Villar Perosa per l'amichevole Juventus A Vs Juventus B. Nella foto: Andrea Agnelli Photo Fabio Ferrari / LaPresse August 12, 2018 Villar Perosa (To) Sport - Calcio Friendly match Juventus A Vs Juventus B in Villar Perosa. In the pic:Andrea Agnelli