Juve supera il Verona 2-1 tra festa scudetto e commozione addio Buffon
Tra lacrime e applausi, tra commozione e gioia, ora la festa bianconera può iniziare davvero

La festa adesso può iniziare davvero. Nel giorno dell'addio di Gianluigi Buffon, protagonista indiscusso dell'ultima recita all'Allianz Stadium, la Juventus regola 2-1 l'Hellas Verona e chiude in bellezza la propria stagione, culminata con il 'double' campionato/Coppa Italia conquistato a Roma nel giro di pochi giorni.

Più che in campo, con due squadre ormai prive di motivazioni e in modalità 'vacanze', lo spettacolo è tutto fuori. Tra coreografie e cori per il settimo sigillo e l'ultimo saluto al proprio capitano, i tifosi bianconeri hanno arricchito e ravvivato il match. Già prima del fischio d'inizio la bandiera della Juve si è soffermata per un lungo abbraccio con compagni e ultrà, ma il momento clou e più emozionante è avvenuto tra il 17' e il 19' della ripresa, quando Buffon ha lasciato spazio a Pinsoglio concludendo ufficialmente dopo 17 stagioni la sua avventura a Torino. Forse non tra i pali, ma per questo bisognerà attendere ancora qualche giorno. Una passerella accompagnata dalla standing ovation dell'intero Allianz Stadium e dalle lacrime di 'Supergigi'.


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata