Juve perde pezzi: dopo Chiellini, si ferma Alex Sandro
Per Max Allegri si aggiunge un problema ai problemi

La Juve perde pezzi. Il primo già si sapeva: confermato l'infortunio muscolare per Giorgio Chiellini, che oggi ha svolto nuovi esami strumentali anche a Torino. L'esito però fa tirare un sospiro di sollievo nell'ambiente bianconero, il problema di Chiellini non è grave e la sua condizione verrà valutata giorno dopo giorno. Ancora presto per sapere se possa o meno esserci già contro il Milan alla vigilia di Pasqua, ma sperare che possa comandare la difesa bianconera in Champions contro il super Real Madrid è tutt'altro che utopico.

La notizia del secondo pezzo che la Juve rischia di perdere è invece arrivata come un fulmine a ciel sereno. Dal ritiro del Brasile infatti è pronto a tornare in anticipo Alex Sandro, a causa di una lesione muscolare alla coscia destra rimediata in allenamento che tiene in grande apprensione lo staff juventino. Solo domani l'esterno brasiliano sosterrà nuovi esami che definiranno l'entità dell'infortunio e conseguenti tempi di recupero, ma per Max Allegri si aggiunge un problema ai problemi.

Vien da sé che in questo momento gli uomini a disposizione in vista del prossimo tour de force appaiano contati più che mai. Alex Sandro in questa fase era diventato, al netto di una serie di prestazioni non all'altezza, una risorsa supplementare anche sulla linea degli attaccanti. E guardando non solo all'infermeria ma anche all'elenco degli squalificati, che vede Benatia e Pjanic fuori per l'andata di Champions, ecco che la doppia sfida con il Real Madrid appare sempre più in salita. Intanto ai bianconeri non partiti nelle varie nazionali rimane ancora un giorno di ferie: giovedì la Juve si radunerà a Vinovo per riprendere l'attività, un appello parziale per qualche giorno. Solo la prossima settimana entrerà nel vivo la fase finale della stagione: Milan, Real Madrid, Benevento e trasferta al Bernabeu per iniziare.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata