Juve, missione compiuta: Cancelo arriva a Torino
Trovato l'accordo con il Valencia: 38 milioni di euro più 2 di bonus da pagare in tre esercizi. Il terzino si sottoporrà mercoledì alle visite mediche

Alla fine hanno raggiunto tutti il proprio obiettivo. La Juve è arrivata a Joao Cancelo, senza sconti ma con modalità di pagamento sostenibili. Il Valencia ha ceduto il terzino entro i tempi sperati (30 giugno) alla cifra richiesta (40 milioni bonus inclusi). E il giocatore sposerà la causa della Juve, squadra che più di tutte ha voluto e lo ha voluto.

Una trattativa non facile, ma che aspetta soltanto le fatidiche visite mediche di rito e infine le firme sul contratto che legherà il portoghese in bianconero fino al 2023 con un ingaggio da oltre 3 milioni netti a stagione più bonus.

n volo dal Messico dove sta trascorrendo le vacanze, Cancelo arriverà in Italia nelle prossime ore per poi effettuare le visite mediche al J Medical mercoledì mattina. Per mettere la parola fine a una storia non senza imprevisti e colpi di scena, iniziata esattamente un anno fa. Quando cioè la Juve si è trovata a dover fronteggiare la repentina fuga di Dani Alves verso il Paris Saint Germain, ma un'operazione tanto costosa e con Stephan Lichtsteiner determinato a restare fino a fine contratto non è stato possibile nemmeno provare a pareggiare le condizioni strappate dal Valencia all'Inter: prestito oneroso con diritto di riscatto a 35 milioni entro il 31 maggio.

Ma Beppe Marotta e Fabio Paratici non mollano mai l'osso e sanno tornare sul luogo del delitto al momento opportuno. Così quando da casa Inter sottotraccia sono emersi i primi segnali sull'impossibilità di esercitare il diritto di riscatto nei tempi prestabiliti, la Juve ha cominciato a muoversi con l'entourage del giocatore per bruciare la concorrenza.

Il Valencia all'Inter o a un'altra squadra aveva ormai messo in preventivo la cessione di Cancelo, ne aveva bisogno e avrebbe aperto le porte a chiunque avesse la possibilità di accontentare le proprie richieste. E così è stato.

Senza sconti nonostante gli ottimi rapporti tra club, con quell'insidia rappresentata dal Wolverhampton e quei 40 milioni più bonus portati subito sotto la mediazione di Jorge Mendes. Determinante il no del giocatore, che al contrario ha detto sì alla Juve. Le successive accelerate sono già storia: i bianconeri hanno provato senza successo ad abbassare il prezzo o a proporre un nuovo prestito, ma infine hanno raggiunto lo scopo con un'operazione a titolo definitivo per 38 milioni più 2 di bonus pagabili in tre esercizi. Fare in modo che entro 48 ore possa essere pubblicato il comunicato dal titolo: "Cancelo è bianconero!".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata