Juve, Dani Alves: Possiamo giocarci Champions, al Barça ingrati
"Qui sono felice e ho nuove sfide in questa grande squadra"

"Abbiamo una squadra per giocarci la Champions. Senza dubbio. Però qui sono molto superstiziosi e lo dicono a bocca stretta, per scaramanzia". In un'intervista rilasciata alla spagnola Abc Dani Alves ha parlato delle ambizioni europee dei bianconeri. "Andiamo per gradi - ha aggiunto il terzino brasiliano - Prima c'è il Porto di Casillas, poi vedremo cosa succederà. Perché ho scelto la Juve? Volevo competere in un club di alto livello, con una storia alle spalle e vincente. Perché io sono un vincente, così come la Juve. Qui sono felice e ho nuove sfide in questa grande squadra".

 Dani Alves si è poi tolto qualche sassolino dalla scarpa tornando sul suo addio al Barcellona. "I dirigenti sono stati falsi e ingrati, non hanno avuto alcun rispetto per me. Mi è stato offerto un rinnovo solo quando hanno ricevuto la sanzione della Fifa (il blocco del mercato, ndr) - ha raccontato - Mi piace sentirmi apprezzato, se non è così, me ne vado. Coloro che gestiscono ora il Barcellona non hanno idea di come trattare i loro giocatori", ha concluso l'esterno destro della Juventus.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata