Juve, carica Dybala: Contro il Real Madrid partiamo alla pari
"Finora ognuno di noi ha fatto il massimo per aiutare la squadra, e ora ci manca solo un obiettivo"

"Andiamo a Bologna per vincere, anche se non conta più per la classifica. Una buona partita sabato ci darà una ulteriore carica per Cardiff. Poi, ovviamente, da domenica avremo testa e gambe solo per la finale". Così l'attaccante della Juventus Paulo Dybala dà la carica alla squadra. "Siamo tranquilli, abbiamo grande voglia, mancano ancora 10 giorni ma abbiamo già cominciato a lavorare molto bene" aggiunge, palralndo a margine di un evento a Milano. La Joya ricorda ancora l'episodio di Berlino quando, bianconero da pochi giorni, fu presente alla finale contro il Barcellona: "Fui invitato, andai volentieri e a fine partita Claudio Marchisio mi disse che avremmo dovuto presto giocarne un'altra insieme. Gli risposi che ero alla Juve per quel motivo".

Come affronterà la Juve una sfida così importante? "Senza nervosismo, dobbiamo impostarla come abbiamo giocato le altre partite di Champions finora. Tutti sanno che partiamo alla pari, non solo noi. E tutti noi siamo legatissimi al progetto Juventus e a questo gruppo", ha detto Dybala. Lo confermano i numerosi rinnovi di contratto, dal suo a quello, fresco di giornata, di Mandzukic: "Questo accade perché ci crediamo fino in fondo". Inevitabile anche un pensiero a che tipo di finale attende i bianconeri: "Come detto, partiamo alla pari: non dovremo confrontarci con un solo grande campione, ma con una squadra. Daremo il meglio, e se loro sono forti noi abbiamo una grande difesa: finora ognuno di noi ha fatto il massimo per aiutare la squadra, e ora ci manca solo un obiettivo".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata