Juve, Allegri replica alle polemiche: "Video Tagliavento? In Italia è sempre commedia"
E si concentra sul Bologna: "Tutto in campionato è ancora aperto, segno che questa è una bella stagione"

"Il post gara di sabato? Le immagini hanno confermato un episodio che non esiste, questa settimana è stata una lunga commedia e in Italia ci piace fare la commedia". Così Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha replicato alle polemiche per il video dopo la gara contro l'Inter in cui parlava con l'arbitro Tagliavento. "Torniamo al campo: tutto in campionato è ancora aperto, segno che questa è una bella stagione", ha aggiunto.

"Con le polemiche si convive - ha continuato -. La Juventus ha fatto fino a questo momento 88 punti, qualche punto in più dell'anno scorso. Il campionato è aperto grazie al Napoli che sta facendo qualcosa di straordinario. Noi lavoriamo per raggiungere gli obiettivi, siamo a nemmeno venti giorni dalla fine della stagione. Contro il Bologna non dobbiamo incasinarci, perché mercoledì c'è anche la Coppa Italia: il Bologna va affrontato con rispetto, facendo tesoro di errori del passato vedi Crotone. C'è entusiasmo ma non dobbiamo cadere in presunzione o superficialità, domani è un altro passo verso il raggiungimento dell'obiettivo".

Anche in questa stagione aumentano le voci riguardo il possibile addio di Allegri, ma il tecnico bianconero ha liquidato così le voci che lo vogliono vicino alla Premier: "Sono legato alla Juventus e sto bene alla Juventus. L'unica cosa che posso dire è questa, siamo concentrati su scudetto e Coppa Italia".

E sui rumors che vedono Paulo Dybala accostato negli ultimi giorni anche al Bayern Monaco: "Non darò io l'ok alla cessione, ma lo si dovrebbe dare eventualmente insieme alla società. Paulo ha fatto una stagione importante e ha margini di crescita per essere uno dei top player a livello mondiale, però spetta a lui con voglia di sacrificio ogni giorno. Parlare di mercato non ha senso, Paulo ha voglia di essere decisivo e vuol dare ancora molto alla Juve, perché c'è bisogno dei suoi gol".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata