Juve, Allegri chiama al riscatto: "Ora serve qualcosa di straordinario"
La botta firmata Koulibaly si sente ancora, ma il tecnico non si abbatte: "Recuperiamo e prepariamo al meglio questo finale"

Mancheranno ancora 360 minuti da giocare con un punto di vantaggio, ma la botta firmata Koulibaly si sente ancora in casa Juventus. E ad ammetterlo, passata una notte certo lontana dai festeggiamenti partenopei, è lo stesso allenatore bianconero, Massimiliano Allegri, che sceglie un aggettivo non banale - straordinario - per spiegare cosa necessario per non farsi strappare lo scudetto. "Ora mancano quattro partite, abbiamo una settimana per recuperare le energie e preparare al meglio questo finale. Bisogna essere bravi e avere la serenità perché abbiamo ancora un punto di vantaggio, bisogna fare qualcosa di straordinario", dice senza giri di parole a margine dell'incontro dei club con gli arbitri al Coni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata