Inter-Milan 1-0, le pagelle: Icardi killer, Higuain fantasma

Ecco le pagelle di Inter-Milan 1-0, derby di Milano, valido per la nona giornata del campionato di Serie A, risolto da un gol di Icardi al 92'.

INTER

Handanovic 6,5. È concentrato e non si fa mai cogliere impreparato. Una sicurezza.
Vrsaljko 6,5. Quando c'è da cavalcare, lo fa con arrembanza. Per il resto, fa da stantuffo a dovere.
de Vrij 7. Una sua girata acrobatica si stampa sul palo. Higuain è un brutto cliente e lo tiene a bada con fermezza.
Skriniar 7. Vedi de Vrij sul trattamento al Pipita. Insormontabile, una montagna per un Milan costretto alle briciole là davanti.
Asamoah 6. Qualche distrazione di troppo che l'Inter rischia di pagare a caro prezzo e tanto fiato investito per la causa nerazzurra.
Vecino 6,5. Nel primo tempo ha fra i piedi la palla dell'1-0 ma la spreca. Per il resto, fa il suo con forza fisica e confeziona anche l'assist per Icardi.
Brozovic 6. In fase di impostazione è un po' impreciso. Per il resto, si mangia l'erba e battaglia senza mai tirare indietro la gamba.
Politano 5,5. Parte con il freno a mano tirato, fa quel che può ma non riesce a brillare. Esce acciaccato. (Dall'82' Candreva sv).
Nainggolan 6. Gioca con la solita intelligenza calcistica, poi Biglia lo azzoppa ed esce malconcio. (Dal 30' Borja Valero 6. Sembra un po' impacciato e perde più di un duello, ma stenta a mollare).
Perisic 5,5. Macina chilometri, Donnarumma lo blocca nel primo tempo ma non punge più di tanto. (Dal 70' Keita 5,5. Entra convinto e fa qualche sfuriata, non sempre incisiva).
Icardi 7,5. Un gol annullato dalla Var in avvio, un altro dal salvataggio di Romagnoli. Sul più bello, firma il gol vittoria. È decisamente sua la sfida fra bomber argentini. Killer d'area di rigore.
All. Spalletti 7,5. La sua Inter è una macchina da guerra. Specializzata nel giocare con le emozioni dei tifosi, ma finisce per accontentarli. Soprattutto in una serata del genere.

MILAN
G. Donnarumma 5,5. Un po' impacciato sul gol di Icardi. Sporca così una gara decisamente positiva.
Calabria 6. Corre a perdifiato e dà ragione a Gattuso per l'utilizzo dall'inizio. (Dal 91' Abate sv).
Musacchio 5. Rischia di trasformarsi in goleador ma è in fuorigioco al 42'. Icardi lo beffa nel finale.
Romagnoli 6. Una gara quasi perfetta. Non fosse altro per il risultato, che penalizza la sua squadra.
Rodríguez 5,5. Dopo una gara giocata con grinta e concentrazione, si fa beffare da Vecino nell'azione che spacca in due il derby.
Kessié 6,5. Lotta come un dannato su ogni pallone. Quando c'è da mettere il cuore, è in prima fila. (Dall'84' Bakayoko sv). Biglia 5,5. Gioca con la 'garra' argentina, picchia forse un po' troppo e non sempre è lucido in fase di regia.
Bonaventura 5. Pronti, via e regala un pallone a Politano che rischia di compromettere la partita. Per il resto, fa il solletico all'Inter.
Suso 5,5. Si fa vedere a sprazzi, non riesce a pungere e non riesce mai a trovare il Pipita.
Higuain 5. Serataccia. Si fa vedere più sui corner da difensore che in avanti. Sembra un fantasma, anche se non sempre per colpa sua visto che i compagni non gliela danno praticamente mai).
Calhanoglu 5,5. Parte con una buona dosa di ispirazione, poi man mano si spegna e un passaggio da 'fighetto' sbagliato gli costa il cambio. (Dal 74' Cutrone 6. S'impegna ma non basta. Non riesce a trasformarsi in Re Mida anche stasera).
All. Gattuso 5. Esce sconsolato dopo una partita dei suoi giocata alla 'Ringhio'. Spalletti lo impacchetta un'altra volta.

Arbitro Guida 6,5. Fa giocare all''inglese' ma con giudizio. E la Var lo aiuta in occasione dei due gol annullati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata