Al via la Champions: tutti a caccia del Real, la Juve spera con Ronaldo

Il torneo europeo più prestigioso inizia martedì 18 settembre: in campo alle 18.55 Inter-Tottenham e alle 21 Stella Rossa-Napoli. Nel girone CR7 ritroverà da ex il 'suo' Manchester United, oltre a Valencia e Young Boys

È di nuovo tempo di Champions League. Martedì prende ufficialmente il via la fase a gironi del torneo calcistico europeo più prestigioso. 32 le squadre ai nastri di partenza, guidate dal Real Madrid che nonostante l'addio di Cristiano Ronaldo, passato alla Juventus, proverà a conquistare la quarta 'Coppa con le orecchie' di fila. L'atto conclusivo è in programma sabato 1° giugno allo Estadio Metropolitano di Madrid, la casa dell'Atletico. E se i Blancos di Lopetegui, il tecnico erede di Zinedine Zidane, restano i grandi favoriti per il trionfo finale, in griglia di partenza troviamo almeno quattro squadre: il Barcellona di Leo Messi, la già citata Juventus che con l'arrivo di CR7 proverà la scalata al trofeo che continua a sfuggire, il Manchester City di Aguero, il Psg di Neymar e dell'ex capitano bianconero Buffon, il Bayern Monaco di Lewandowski. Senza dimenticare la finalista della passata edizione, il Liverpool di Salah.

Le speranze italiane di ritorno sul gradino più alto del Continente sono riposte principalmente sulla Juventus. Allegri spera ovviamente che il pedigree Champions di Ronaldo faccia la differenza, soprattutto nei momenti decisivi. , alla prima apparizione in Champions. Se la Juve farà la Juve, il primo posto del girone è ampiamente alla portata. Per quello che riguarda le altre italiane, proverà a fare più strada possibile il Napoli. I partenopei si ripresentano all'appuntamento europeo forti dell'esperienza in panchina del 're di Coppe' Ancelotti. Il tecnico emiliano potrebbe rappresentare il vero valore aggiunto della formazione azzurra, che esordirà con una trasferta caldissima: a Belgrado, in casa della Stella Rossa. Ma il girone toccato a Hamsik e compagni non è certamente dei più morbidi: le altre avversarie si chiamano Liverpool e Psg, peraltro una delle ex squadre di Ancelotti. Proprio Reds e parigini si sfideranno nel match clou della prima giornata ad Anfield.

Non è una mission impossibile quella chiamata a realizzare la Roma, semifinalista nella passata edizione, attesa mercoledì sera da un esordio da brividi: nientemeno che il Bernabeu. I giallorossi, però, se la vedranno poi con Cska Mosca e Viktoria Plezan: passare il turno si può. Mentre il compito più arduo, sulla carta, tocca all'Inter, inserita in quarta fascia. I nerazzurri già alle prese con i primi venti di crisi in campionato iniziano ospitando il Tottenham di Kane a San Siro martedì sera. Poi sarà sfida al Barcellona e al Psv.

La novità della Champions 2018-2019 riguarda gli orari, con le gare della prima fase che si divideranno in quelle con inizio fissato alle 18.55 e quelle delle 21. Le curiosità della prima settimana: il portiere del Porto, Iker Casillas, sta per cominciare la sua 20° stagione di Champions League (un record); Thomas Muller, del Bayern Monaco, diventerà il 35° giocatore a raggiungere le 100 presenze in Champions (dalla fase a gironi alla finale); l'ultima volta che Ronaldo è sceso in campo nella competizione con una maglia diversa da quella del Real Madrid è stato nella finale del 2009, in cui il suo Manchester United è stato battuto 2-0 dal Barcellona a Roma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata