Il rigore su Perotti e le critiche al Var: la moviola di Roma-Inter
Per Spalletti non è rigore e Di Francesco risponde: "Se non dai il rigore, non dai neanche l'angolo"

Arbitra Irrati di Pistoia che gestisce una gara molto fisica e difficile. Nel primo tempo arrivano gialli per Candreva e Jesus (fallo su Perisic) che sembrano corretti. Sul gol di Dzeko il bosniaco è in posizione regolare. In avvio di ripresa Perotti salta Skriniar nei pressi della linea di fondo, il difensore dell'Inter non tocca il pallone ma la gamba dell'argentino. Il rigore sembra esserci ma il Var non entra in scena. L'episodio è importante (la Roma era in vantaggio 1-0).

"Sicuramente siamo arrabbiati. Non è normale prendere tre pali, giocare bene ma soprattutto lo siamo per il rigore. C'è il VAR, una tecnologia che non è stata usata bene. Siamo un po' arrabbiati di sicuro". Lo ha detto l'esterno della Roma Diego Perotti al termine di Roma-Inter. "Se abbiamo chiesto all'arbitro di rivedere il mio episodio? Penso che lo abbia fatto De Rossi e hanno detto che non c'era nulla e che era angolo. Cosa possiamo fare?".

 "Come spiego questa sconfitta? L'Inter - dice a Premium Sport il tecnico della Roma Eusebio Di Francesco -  ha avuto un pizzico di fortuna in più di noi, che abbiamo preso tre pali. Abbiamo avuto tante occasioni, ma non abbiamo fatto gol. La volta scorsa non abbiamo giocato bene e abbiamo vinto, oggi che abbiamo fatto bene abbiamo perso: come sapete, in questi casi, i discorsi se li porta via il vento. Ci siamo un pochino disuniti dopo il pareggio dell'Inter e questo l'ho detto ai ragazzi, non mi è piaciuto, ma se analizziamo tutto il resto della gara abbiamo fatto bene". "Questa gara - ha continuato - dovevamo chiuderla prima e lo avremmo anche meritato. Per 70 minuti non siamo stati belli, ma bellissimi: l'unico rammarico è non essere stati cinici nelle occasioni in cui dovevamo. È un peccato per il risultato, giornalisticamente si guarda solo quello, ma io devo guardare la prestazione e sono contento: se c'era una squadra che doveva essere due gol avanti all'altra e meritare di vincere, quella è la Roma. Il rigore su Perotti? Se non dai rigore, non devi dare nemmeno l'angolo: invece l'assurdità è che hanno dato l'angolo. Ora ci lecchiamo le ferite, ma è da queste prestazioni che bisogna ripartire: abbiamo messo in campo tutto quello che avevamo. Schick? Non gli ho mandato alcun messaggio. È un ottimo calciatore, ma non gli ho scritto nulla".

Di diverso avviso è Luciano Spalletti, tecnico dell'Inter che a Sky Sport ha dichiatato: "Rigore su Perotti? Per me non è rigore, Skriniar non provoca questa botta a Perotti. Per me non è rigore ma la Roma è stata sfortunata".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata