Il piccolo afghano Murtaza corona il suo sogno e incontra Messi
Il bimbo di 6 anni ha conosciuto il campione in Qatar

Il sogno del piccolo Murtaza Ahmadi è diventato realtà. Lo scorso gennaio diventò virale sul web una fotografia che ritraeva un bambino afghano di sei anni con addosso una maglietta dell'Argentina del suo idolo, Leo Messi, ricavata con un sacchetto della spesa dipinto a righe e il nome del giocatore e il numero 10 scritto con il pennarello. Successivamente, l'attaccante dell'Albiceleste spedì a Murtaza una sua maglia, stavolta autentica, autografata. Ora i due si sono incontrati: un faccia a faccia reso possibile grazie all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, che voleva aiutare l'afghano a realizzare il suo sogno. E' successo a Doha, in Qatar, dove si trova attualmente il Barcellona per disputare un'amichevole con l'Al Ahli. L'immagine che ritrae l'incontro è stata postata dal comitato organizzatore del Mondiale 2022 in Qatar. "Sono felicissimo di aver incontrato il mio eroe, è un sogno", ha commentato il piccolo tifoso. Murtaza viene dal distretto di Jaghori, nella provincia del Ghazni orientale dell'Afghanistan, è stato costretto a lasciare il Paese per rifugiarsi in Pakistan a maggio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata