Il Genoa resiste in dieci all'Empoli: 0-0 a Marassi
Finisce 0-0 a Genova ed i rossoblu se la prendono ancora con l'arbitro.

 In inferiorità numerica per due terzi di gara, il Genoa non riesce a superare un buon Empoli, che porta a casa un punto prezioso. Finisce 0-0 a Marassi ed i rossoblu se la prendono ancora con l'arbitro. Ritmi altissimi sin dai primi minuti. Il Genoa attacca con maggior insistenza, ma l'Empoli non rinuncia al pressing e dà vita ad una serie di pericolose ripartenze. Al 26' Gilardino calcia a lato da buona posizione su invito di Pucciarelli, poi al 34' i padroni di casa restano in dieci: Lazovic stende Pasqual, rimedia il secondo giallo e prende anzitempo la via degli spogliatoi. L'Empoli prende coraggio ed al 38' sfiora ancora il gol con Gilardino, che calcia addosso a Perin.


Nella ripresa i toscani insistono, ma è il Genoa a rendersi pericoloso in contropiede, prima con Veloso e poi con Rincon: Skorupski è attentissimo. Col passare dei minuti la squadra di Juric si fa più intraprendente. Il neo entrato Ninkovic impegna ancora il portiere dell'Empoli, poi scodella un pallone velenoso su cui Rigoni non arriva per un soffio. Il finale è velenoso: anche il tecnico genoano Juric viene espulso per proteste. L'Empoli ci prova fino all'ultimo, ma non riesce a pungere ed il risultato non cambia.
 

www.sportevai.it

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata