Icardi lancia l'Inter all'Olimpico. Roma fermata dai legni
L'argentino firma una doppietta, Vecino cala il tris. Giallorossi sfortunati: tante chance e ben tre pali

Beffa atroce per la Roma, serata da urlo e in rimonta per l'Inter del grande ex. All'Olimpico il grande ex Spalletti passa 3-1 ma il risultato è bugiardo: per i giallorossi tante chance e ben tre pali a portiere battuto. Nel primo tempo sblocca Dzeko, mentre nella ripresa si scatena Icardi con una doppietta da squalo e Vecino cala il tris.

Nei titolari 4-3-3 giallorosso con Defrel-Dzeko-Perotti, mentre nei nerazzurri è 4-2-3-1 con Icardi suppportato da Candreva, Valero e Perisic.
Grande fisicità nei primi minuti, con Handanovic bravo in uscita fuori dall'area con Dzeko nei paraggi.  I nerazzurri cercano di ragionare grazie alle geometrie di Borja Valero e i movimenti del rapido binario D'Ambrosio-Candreva. Manolas ruggisce su Perisic, mentre Nainggolan e Defrel sono poco nel vivo. Molto aggressivi i nerazzurri e Kolarov soffre: all'11' Candreva lascia la sfera al terzino alle sue spalle che crossa lungo per tutti. Icardi si mangia un gol in offside, poi che chance per la Roma: Kolarov carica il sinistro al volo e solo il palo a portiere battuto nega il gol al serbo. Per l'Olimpico giallorosso è solo questione di minuti, perché al 15' Dzeko sblocca il match. Palla deliziosa di Nainggolan per il bosniaco, che stoppa di petto e con il destro buca Handanovic.
Posizione al limite ma regolare per l'ex City. L'ex Spalletti urla dalla panchina e allora arriva anche il colpo di testa fuori misura (non la sua specialità) di Valero su cross di Candreva.

Al 27' bell'azione giallorossa con Strootman-Kolarov-Dzeko: il bomber calcia a giro e Handanovic blocca. Ora molto meglio i padroni di casa che sfruttano la mobilità delle mezzali: nerazzurri zavorrati dall'impreciso Gagliardini e da Icardi non perfetto nei movimenti. Se Alisson para con facilità un tiro dai 30 metri di Candreva, Handanovic suda freddo per un tiro-cross di Perotti che Miranda devia in angolo. Nel primo tempo l'ex Genoa è la chiave tattica per Di Francesco: progetta da 10 decentrato e sgasa con inviti radenti come un'ala classica. Al 39' un altro legno salva Handanovic; Defrel appoggia a Nainggolan che calcia in diagonale ma il suo laser si stampa sul palo alla destra dello sloveno. Gli ospiti si scuotono e Icardi sfiora il pari; l'argentino conclude una bella azione manovrata ma Alisson respinge alla grande.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata