Andrea Belotti segna il gol del 3-2 al Sassuolo
Andrea Belotti segna il gol del 3-2 al Sassuolo
Tutti i gol in Italia e in Europa, le reti di Coppa e il mercato dei giocatori. I numeri del calcio

LaPresse e upday presentano i numeri del calcio del week end 10-13 maggio 2019

Serie A i gol - La 36 esima giornata di serie A frutta in totale 31 reti in 9 partite per una media di 3,1 reti a gara. In totale, siamo a 962 gol in 360 partite (media di 2,67 a gara). Mancano due giornate (20 partite). La serie A dovrebbe dunque passare i mille gol in stagione restando nella media degli ultimi anni, ma lontana dalla punta positiva di 1.123 reti (2016-17, 2,96 a gara) e da quella negativa di 955 gol (2,56). In testa alla classifica dei cannonieri si consolida Fabio Quagliarella con 26 reti. Il vantaggio di 4 gol su Duvan Zapata con due partite da giocare, sembra tranquillizzante per il bomber blucerchiato. Quagliarella, adesso, con 153 reti in carriera ha raggiunto Hernan Crespo e Istvan Nyers al 24esimo posto della classifica di tutti i tempi. Con un altro gol raggiungerebbe anche il miglior risultato di un cannoniere della Samp in una stagione: 27 reti di Sergio Brighenti nella stagione 1960/61. A livello europeo, Fabio è sempre terzo con Messi a quota 34 e Mbappé fermo a 30.

Il trionfo del Manchester City nel campionato inglese

I gol in Europa - Abbastanza prolifica la giornata in Europa. In Premier League sono stati segnati 36 gol in 10 gare (8 solo solo in Crystal Palace-Bournemouth finita 5-3) per una media di 3,6. In Germania (Bundesliga) 27 in 9 partite, mentre in Spagna ne sono state segnate 28 in 10 gare. Il campionato più avaro di reti è stato quello francese: solo 21 in 10 gare nella Ligue 1. Su base annuale, abbiamo al comando la Bundesliga con 932 reti in 297 partite (3,13 di media), segue la Premier con 1.072 gol in 380 partite (2,82). Poi la serie A con 955 reti in 358 partite (2,66). In Spagna sono state segnate 953 reti in 370 partite (2,57) e in Francia, appena 912 in 360 gare di campionato (2,53 di media).

Lucas Moura, trionfatore in Champions all'Amsterdam Arena

I gol nelle Coppe - Le straordinarie semifinali di Champions e quelle appena un po' meno emozionanti di Europa League hanno dato i loro verdetti. Quattro squadre inglesi (Tottenham, Liverpool, Chelsea e Arsenal) si disputeranno le due coppe europee che, mai come quest'anno, sono state spettacolari. Anche per il numero di gol segnati. Vediamo quante reti sono state segnate nelle partite della fase a eliminazione diretta. Champions League: negli ottavi (16 partite in tutto) sono stati segnati 52 gol a una media di 3,25 gol a partita. Nei quarti, 24 reti in 8 partite (3 a gara), nelle semifinali, 13 in 4 confronti (3,25). In totale 89 reti in 28 partite: 3,17 a gara per una media più alta di quella del campionato più prolifico (Bundesliga). Europa League: nei sedicesimi (32 partite) sono state segnate 82 reti (2,56 a gara); negli ottavi, 50 reti in 16 partite (3,125 a gara); nei quarti, 25 in 8 partite (3,125) e nelle semifinali 14 in 4 partite (3,5). Per un totale di 171 reti in 60 partite alla media di 2,85. Un sola partita (la semifinale di ritorno tra Chelsea e Eintracht) è andata ai calci di rigore.

Kylian Mbappé

Valori di mercato in Europa - La stagione volge al termine e si comincia a parlare di calciomercato. Proviamo a vedere (dati Transfermarket)  i valori dei giocatori a livello europeo e italiano. In Europa, il giocatore con la stima più alta è il francese del Psg Kylian Mbappé, 20 anni, valutato 200 milioni. Seguono: Neymar (Psg, 180 milioni), Messi (Barcellona, 160), Salah (Liverpool, 150), Kane (Tottenham, 150), De Bruyne (ManCity, 150), Griezmann (Atletico 150), Dembelé (Barcellona, 120), Sterling (ManCity 120) e Dele Alli (Liverpool, 100). A questo livello (100 milioni) ci sono i primi due "italiani", Dybala e Cristiano Ronaldo. Per trovare un italiano nato in Italia, bisogna scendere al 31esimo posto e ai 75 milioni di Marco Verratti e al 34esimo (stesso valore) di Lorenzo Insigne. Andando per ruoli, i primi portieri (80 milioni) sono Oblak (Atletico) e Ter Stegen Barcellona; il primo difensore è Varane (Real Madrid, 75 milioni); il primo centrocampista è De Bruyne e il primo attaccante, ovviamente, Mbappé. Il più "caro" sotto i 20 anni è Jadon Sancho, inglese, alla destra del Borussia Dortmund che vale 80 milioni. Subito dietro ci sono il brasiliano (ala sinistra) del Real Madrid Vinicius Junior (70 milioni) e, per lo stesso prezzo si può avere il giustiziere della Juventus Matthijs de Ligt (Ajax).

Mauro Icardi

Valori di mercato in Italia - In serie A, dopo Dybala e Ronaldo (100 milioni), c'è Mauro Icardi (Inter, 90 milioni). Seguono Sergej Milinkovic Savic (Lazio) a quota 75 alla pari di Insigne. Subito dietro Koulibaly e Pjanic (70 milioni). Poi il difensore dell'Inter Skriniar (60 milioni) e il mediano del Napoli Allan (anche lui a 60). Decimo posto per il laterale portoghese della Juve Joao Cancelo (55 milioni). Andando per ruolo, troviamo il miglior portiere in Gigio Donnarumma (50 milioni), seguito da Szczesny. Difensore più caro è Koulibaly, seguito da Skriniar, Cancelo e Romagnoli (50 milioni). Tra i centrocampisti, il più "costoso" dopo Milinkovic, Pjanic e Cancelo e l'interista Marcelo Brozovic (40 milioni). Tra gli attaccanti, dopo i quattro già citati, vengono Chiesa e Immobile a quota 50 milioni. Tra i giovani sotto i vent'anni ci sono: Zaniolo (40 milioni), Kean(15) e Pinamonti (Frosinone, 7).

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata