I dubbi di Zidane: Non sono sicuro di restare al Real
"Se la mia conferma dipende dalla vittoria di Liga e Champions League? No, per niente"

"La mia permanenza non è sicura, quindi non sto preparando" niente per la prossima stagione, "devo solo preoccuparsi per la prossima partita. Non so cosa accadrà in seguito". Così Zinedine Zidane, allenatore del Real Madrid, parlando del suo futuro sulla panchina dei Blancos alla vigilia del derby contro l'Atletico. Il francese rassicura in ogni caso sul suo stato d'animo: "Io sono sempre positivo. Ho la fortuna di essere qui, a fare quello che mi piace tutti i giorni. Sarò positivo fino a fine stagione". 

"Se la mia conferma dipende dalla vittoria di Liga e Champions League? No, per niente. Non sto preparando nulla", ha precisato il tecnico. "Quello che faccio è concentrarmi sul finale di stagione. Conosco questo club, so cosa significa essere l'allenatore del Real Madrid, nel bene e nel male. Sono pronto a tutto. Parlo solo della prossima partita. Sarà così fino al mio ultimo giorno qui da allenatore". "Un fallimento se non vinceremo il campionato? Noi siamo qui per vincerla, ci giocheremo tutto in questo finale. Quello che abbiamo fatto finora non significa nulla", ha proseguito Zidane. "La Lega è in ballo, la Champions League è in ballo". Sul match di domani, il francese ha analizzato: "Non sarà una partita facile. Non so come giocherà l'Atletico. Quello che mi interessa è come giocheremo noi. Ci aspettiamo una partita in cui dovremo soffrire".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata