Grande Dzeko, il Napoli crolla in casa con la Roma: 2-4
Doppietta del bosniaco dopo il gol di Insigne e il pari di Under. Quarto gol di Perotti. Accorcia Mertens. Gli azzurri non hanno retto la pressione psicologica della vittoria della Juve

L'ombra del gol di Dybala all'Olimpico contro la Lazio si allunga sull'erba di San Paolo. Il Napoli entra in campo spavaldo, segna subito con Insigne, ma poi si smarrisce, subisce il pari di Under dopo un minuto e il raddoppio di Dzeko a metà del primo tempo. Nella ripresa la squadra di Sarri ci prova, ma mancano convinzione e fortuna. Dzeko fa doppietta e Perotti chiude i conti.  Poi Alisson e Florenzi (grande salvataggio sulla linea su tiro di Mertens) chiudono la porta della Roma. Mertens riesce ad accorciare le distanze al 92'. Ottima, ovviamente, la prova dei giallorossi. Per gli azzurri è un crollo prima nervoso e psicologico che tecnico.  Adesso la Juventus è a un punto dal Napoli (69 a 68) ma i bianconeri devono recuperare la partita casalinga con l'Atalanta. Se la Juve vince, torna in testa.

Onore al pubblico del San Paolo che, al 90' applaude la squadra come se avesse vinto.

INSIGNE E UNDER - A partire meglio è la squadra di Sarri, che al 6' mette già la testa avanti con Lorenzo Insigne, il più lesto ad intervenire su un cross di Mario Rui e a mettere la palla all'angolino con un destro imparabile ad Alisson battuto. Ma il vantaggio dura solo un minuto perché gli ospiti trovano subito il pari con Cengiz Under, che raccoglie l'assist di Nainggolan e calcia di prima intenzione trovando la deviazione di Mario Rui che disegna una parabola imprendibile per Pepe Reina, con la palla che si insacca alle sue spalle e vale l'1-1.

DZEKO INSACCA - Passano i minuti e il Napoli continua nel suo possesso palla alla ricerca delle punte e ci prova al 17' con Insigne, ma la sua conclusione è neutralizzata da un altro intervento provvidenziale di Alisson. Poi al 26' ecco la doccia fredda per la squadra di casa: azione insistita della Roma dalla destra, Florenzi fa partire un cross insidioso che trova la testa di Dzeko, il bosniaco anticipa Albiol e di testa supera Reina, regalando il vantaggio ai giallo-rossi. Gli azzurri provano a reagire al colpo con un paio di azioni offensive del solito Insigne che però terminano con un nulla di fatto e primo tempo che si chiude così sull'1-2 per la Roma.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata