Gol ed emozioni al Mazza: Spal-Empoli 2-2

Doppietta di Kurtic per la Spal e gol di Caputo e Krunic per l'Empoli

Gol, emozioni e spettacolo al Castellani per la prima sfida della storia in serie A tra Spal ed Empoli: finisce 2-2 con i toscani che si mangiano le mani per non aver chiuso la gara quando, dopo aver rimontato dallo 0-1, erano avanti di un gol e di un uomo e con i ferraresi che vanno applauditi per non essersi mai arresi, nonostante abbiano giocato quasi un tempo intero in dieci uomini. Meritava forse più l'Empoli, cui la cura Iachini sta giovando e si vede, ma alla fine i padroni di casa non hanno rubato nulla.

Il primo tempo è un match di boxe, prima colpisce uno e poi l'altro, senza soste con tantissime occasioni da entrambe le parti. Si parte subito col botto al Castellani, la prima occasione - e anche ghiotta - è degli ospiti. Vicari sbaglia clamorosamente il tocco per Cionek, ne approfitta Traoré che mette al centro, batti e ribatti nell'area piccola spezzato da La Gumina, che calcia alto da due passi dopo 4'. Passano 120 secondi e la Spal segna: angolo di Schiattarella e testa di Kurtic sotto l'incrocio. Insiste la SPAL che ha cambiato passo dopo il gol del vantaggio, all'11' Petagna si libera per la conclusione e tira una botta deviata in tuffo da Provedel.

Non c'è tempo per annoiarsi, al 16' l'Empoli potrebbe pareggiare: destro secco di Traoré, Vicari s'immola e ribatte la conclusione, innescando fortuitamente Caputo, che sul secondo palo cerca un lob che sfuma a lato. Dopo una bella occasione per Lazzari è ancora la Spal a premere. Percussione di Krunic che tocca per Caputo: il centravanti ha la freddezza di scaricare alle spalle per il bosniaco, chiuso dalla scivolata temeraria di Schiattarella. Sulla ribattuta arriva Traoré, che non riesce a graffiare, complice l'azione di disturbo di Lazzari. Al 24' il pari. Lo segna Caputo, al settimo centro stagionale, approfittando di un errore della difesa di casa e mettendo in rete con un fendente che passa sotto le gambe di Gomis. Alla mezzora serve una prodezza di Provedel che salva un gol già fatto con un riflesso straordinario per allungarsi sulla zampata da due passi di Kurtic. Prima del riposo il sorpasso Empoli: Bennacer tocca orizzontalmente per Krunic, che dopo un controllo orientato sgancia un destro da lontanissimo imprendibile per Gomis.

Nella ripresa dopo soli 4' la Spal resta in 10 per l'espulsione di Cionek. La Gumina sprinta a campo aperto, Cionek interrompe la ripartenza con una scivolata rude. Non ha dubbi Mazzoleni che estrae il rosso diretto. L'Empoli capisce di avere la gara in pugno ed accelera. Cross radente di Krunic per Caputo, chiuso dalla respinta di Gomis, il bosniaco prova a rimettere al centro il pallone e trova il palo esterno, complice una deviazione di Fares. La Spal però non si arrende e al 22' trova il pari, ancora con Kurtic che, su assist di Lazzari, sempre di testa realizza il gol del 2-2. Iachini è furibondo e fa entrare Mchedlidze e Zajic. La palla del nuovo sorpasso arriva a Caputo al 38' ma il suo destro sporcato sibila il palo e si perde sul fondo. Finisce 2-2 e per la Spal è solo il secondo punto conquistato in casa nelle ultime 5 gare (11 i gol subìti) ma stavolta vale tanto.

 

Il tabellino

RETI: Kurtic (S) al 6' , Caputo (E) al 24', Krunic (E) al 43' pt, Kurtic (S) al 22' st.

SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli (Everton Luiz dal 30' st), Schiattarella, Kurtic, Fares; Antenucci (Valoti dal 40' st), Petagna (Paloschi dal 23' st). Allenatore: Semplici.

EMPOLI (3-5-2): Provedel; Veseli, Silvestre, Maietta; Di Lorenzo, Krunic (Zajic dal 29' st), Bennacer, Traorè, Pasqual; Caputo, La Gumina (Mchedlidze dal 28' st). Allenatore: Iachini. Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.

Note: Espulso al 4' st Cionek (S) per gioco violento. Ammoniti Maietta (E), Felipe (S), Krunic (E), Schiattarella (S), Kurtic (S), Mchedlidze (E).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata