Gol e spettacolo al Franchi: Fiorentina-Genoa 3-3
Rimonte e controsorpassi per una gara emozionante

Frena la Fiorentina e respira il Genoa ma per arrivare al 3-3 finale del Franchi si è passati attraverso tutti gli stadi della suspence tra fuochi d'artificio, rimonte e contro-sorpassi. Sembrava chiusa a inizio ripresa la partita, con la Fiorentina avanti per 2-0 e il Genoa groggy, poi in 5' succede di tutto e il contrario di tutto ovvero la prima rimonta rossoblù fino al 2-2, poi il controsorpasso con Kalinic ma a 5' dalla fine arriva la beffa per i viola (rimasti in 10 per l'espulsione di Bernardeschi) con il rigore di Simeone che la doppietta di oggi vince il duello tra i 'figli d'arte' con Chiesa (per lui un solo gol).

L'avvio un po' confuso della gara viene dimenticato presto, quando il lampo di Ilicic -preferito inizialmente a Bernardeschi e che non segnava dal gol all'Inter di novembre - illumina il Franchi: un sinistro a giro inatteso che entra in porta anche grazie a Munoz che finta l'intervento di testa e manda fuori giri Lamanna. La Fiorentina potrebbe raddoppiare al 20' quando Chiesa con un violento destro centra in pieno l'incrocio. Juric cambia dopo appena mezzora, togliendo Cofie per schierare l'ex milanista Taarabt e passando al 3-4-3 ma salvo qualche tentativo in finale di tempo si vede pochissimo dalle parti di Sportiello. Il raddoppio per i locali arriva al 5' della ripresa, e lo firma Chiesa. Bella iniziativa di Kalinic, che sfonda a destra, Chiesa stoppa, salta Izzo e raddoppia. La Fiorentina potrebbe triplicare ancora con Ilicic che però, su imbucata di Kalinic, si fa mandare in angolo la conclusione a porta sguarnita dalla deviazione di Orban e la gara sembra in ghiaccio ma mai impressione fu più sbagliata.

Meglio far parlare la cronaca: prima Taarabt offre l'assist per il 2-1 di Simeone, lasciato in posizione regolare dalla mancata salita di Sanchez. Fiorentina sotto choc e Genoa che pareggia: Simeone, partito in posizione che sembrava irregolare, centra per Taarabt il cui destro viene deviato in rete da Hiljemark sottoporta. Tutto da rifare per i viola che però reagiscono subito e danno scacco matto: Bernardeschi, schierato al posto di Badelj. salta Munoz e appoggia dietro su Kalinic. Controllo e sinistro vincente in diagonale. Finita qui? No, al 40' arriva un rigore per il Genoa per fallo di mani in area di Bernardeschi che viene espulso. Dal dischetto Simeone non sbaglia e fissa il 3-3 finale.

 

www.sportevai.it

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata